Crea sito

Vomero: torna la cultura, segnali positivi: apre in piazza Vanvitelli un Mondadori Bookstore

“ Dopo l’annuncio dei giorni scorsi della riapertura, dopo l’estate, del cinema Arcobaleno in via Carelli, per evitare la chiusura del quale, insieme ai cittadini, furono intraprese una serie d’iniziative culminate in un flash mob e in una petizione via internet, che ha raccolto oltre mille firme, apre in piazza Vanvitelli una nuova libreria della catena della Mondadori “. A darne notizia è Gennaro Capodanno, presidente del Comitato Valori collinari, che da anni si batte contro un degrado culturale che da alcuni lustri a questa parte sembrerebbe affliggere con gradualità crescente il popoloso quartiere collinare. Una situazione aggravata anche dalla recente chiusura di spazi sociali, come cinema e librerie.

“ Il nuovo bookstore – puntualizza Capodanno – si trova in posizione centrale rispetto alla linea ideale che congiunge i locali delle due storiche librerie che negli ultimi anni, hanno abbassato le saracinesche al Vomero, la libreria Guida in via Merliani e la libreria Loffredo in via Kerbaker, chiusure che destarono veementi reazioni negative e susseguenti polemiche nel quartiere, per il forte legame instauratosi in tanti anni di proficua e capillare attività culturale e sociale delle gestioni di tali attività “.

“ Pare che finalmente si stia avvicinando una stagione nuova per un quartiere che negli ultimi anni è stato sovente all’attenzione delle cronache per la chiusura di numerosi esercizi commerciali di ditte storiche e con l’apertura, in sostituzione, di fast food e patatinerie – aggiunge Capodanno -. Peraltro, negli stessi anni, come testimoniano i numerosi episodi alla ribalta della cronaca nera, è cresciuta nell’area collinare del capoluogo partenopeo la presenza e l’incessante attività della criminalità, anche con le azioni delittuose delle famigerate baby gang, sempre più aggressive e pericolose “.

“ In questo clima rinnovato – sottolinea Capodanno – ci auguriamo che i rappresentanti delle istituzioni non si limitino a svolgere il ruolo di mera presenza nei momenti inaugurali ma vogliano, a differenza che per il passato, con continuità e con programmi a medio e lungo termine, favorire e incentivare la rinascita culturale di un quartiere che vanta illustri tradizioni al riguardo, e che potrebbe costituire il punto di riferimento per un ulteriore importante rilancio culturale e sociale dell’intera città “.