Crea sito

No al Gender nelle scuole

FAMIGLIA(Caserta24ore) Gentile Direttore Paolo Mesolella, lo scorso 25 giugno il Governo ha posto la fiducia sul maxiemendamento al testo della riforma della scuola. Il comma 16 stabilisce il c.d. POF (Piano dell’Offerta Formativa) “assicura l’attuazione dei principi di pari opportunità promuovendo nelle scuole di ogni ordine e grado l’educazione alla parità tra i sessi, la prevenzione della violenza di genere e di tutte le discriminazioni, al fine di informare e di sensibilizzare gli studenti, i docenti e i genitori” (Maxiemendamento AS 1934, Riforma della Scuola) Con queste parole molto distaccate, in realtà si è aperto un varco, uno spiraglio. Si potranno portare nelle aule dei nostri figli argomenti e tematiche gender sotto il pacifico pretesto di educare al rispetto e alla non violenza. Un comodo espediente per non suscitare l’opinione pubblica, perché la maggior parte degli italiani non sarebbe d’accordo. Infatti, nel luglio 2014 Fondazione Novae Terrae assieme all’Istituto Lorien ha condotto un sondaggio da cui è emerso che il 77% degli italiani ritiene che i genitori debbano essere coinvolti nelle scelte educative e ben più del 60% ha dichiarato di non essere d’accordo con gli insegnamenti dell’ideologia gender.

Inoltre, lo scorso maggio Lorien ha condotto un nuovo studio: solo il 24% degli italiani è favorevole all’adozione da parte di coppie omosessuali, mentre il 76% definisce il matrimonio solo come l’unione tra un uomo ed una donna.
Per questi motivi occorre il tuo impegno in famiglia e a scuola. Fondazione Novae Terrae e il comitato Difendiamo i Nostri Figli (ora diventato permanente) possono esserti d’aiuto. Potrai trovare anche sul nostro sito il decalogo per i genitori che il comitato Difendiamo i Nostri Figli ha predisposto contro l’introduzione dell’ideologia gender nelle scuole. È un esempio concreto di quanto tu puoi fare, di quanto il Comitato e Fondazione Nova Terrae possono fare insieme a te.Il 20 giugno 2015 in piazza San Giovanni, un milione di persone era presente per difendere i propri figli e il futuro del Paese. Insieme possiamo continuare a farlo!
Da qualche giorno il Comitato è diventato permanente: “diventa una realtà permanente per fare formazione sul piano culturale e battersi sul piano politico per riaffermare i diritti dei bambini e fermare la deriva gender nel nostro Paese” (Comunicato 6/7/15, Difendiamo i Nostri Figli) Sursum corda, non perdiamoci d’animo! Abbiamo già visto i numerosi effetti che sono seguiti e le sfide che si propongono. Sono nuovi motivi che ci interpellano e la nostra iniziativa è quanto mai urgente. FONDAZIONE NOVAE TERRAE