Crea sito

Sorrento. Stuprata una turista

(Caserta24ore) NAPOLI Chiediamo ai sindaci a penisola sorrentina di aderire. Solo contro le unioni civili si smuove il Sindaco di Sorrento? “Ottima l’iniziativa lanciata dall’avvocato Coccia grazie alla quale qualsiasi cittadino che s’è sentito offeso per la violenza di gruppo ai danni della turista sulla costiera sorrentina può costituirsi parte civile, ma continua a sentirsi l’assenza da parte delle Amministrazioni comunali, a cominciare dai Sindaci della zona”. Lo ha detto il consigliere regionale dei Verdi, Francesco Emilio Borrelli che ha deciso di aderire all’iniziativa assieme alla portavoce regionale del Sole che Ride Benedetta Sciannimanica per i quali “neanche di fronte al reale rischio di un calo dell’afflusso di turisti, vista la pessima immagine che s’è data, anche all’estero, i Sindaci dell’area sorrentina hanno deciso di prendere posizione forte e pubblica, con l’annuncio di costituzione di parte civile”. “I Sindaci aderiscano per primi a questa costituzione di massa, a cominciare dal Sindaco di Sorrento che tanto s’è prodigato per evitare il matrimonio tra i gay nel chiostro di San Francesco e quello di Meta dove è successo lo stupro” hanno concluso Borrelli e Sciannimanica.