Crea sito

CASERTA. L’OLIMPIONICO ANGELO MUSONE AL PANATHLON CLUB

(Caserta24ore) CASERTA L’olimpionico Angelo Musone, bronzo nel pugilato a Los Angeles, è stato il protagonista dell’incontro di fine d’anno organizzato dal Panathlon Club Caserta-Terra di Lavoro nella splendida cornice di Palazzo Paternò nel centro storico del capoluogo. Musone, attualmente assessore allo sport del Comune di Marcianise, è stato presentato al qualificato uditorio sportivo dal presidente del sodalizio Paolo Santulli, che ha annunciato l’inserimento del “mitico” peso massimo nella compagine societaria del club, e dal delegato Coni Michele De Simone che ha raccontato la prestigiosa carriera sportiva e sociale del mancato “oro” di Los Angeles, sconfitto in semifinale dallo statunitense Tillmann grazie ad uno scandaloso verdetto “casalingo” fischiato dagli stessi spettatori americani. Sono stati ricordati i numerosi altri successi di Musone in campo pugilistico sotto la guida del Maestro Mimmo Brillantino nella storica palestra Excelsior di Marcianise e poi il cammino da dirigente nello stesso sodalizio e a livello federale, dove ha ricoperto i ruoli di vicepresidente della Federazione Pugilistica Italiana, di coordinatore del settore arbitrale anche a livello internazionale, di organizzatore di grandi eventi nel mondo della boxe (campionati italiani, Guanto d’Oro, etc.), di componente di importanti organismi Coni come il Consiglio Regionale, e, infine, di incarichi istituzionali come quello attuale di Assessore allo Sport del Comune di Marcianise, dove sta lavorando al rilancio ed alla costruzione di impianti sportivi. Un incontro di fine d’anno quello del Panathlon, caratterizzato oltre che dall’ingresso di Musone nella compagine sociale anche di due altri eminenti sportivi e cioè Filippo Rotunno, di Aversa, già giocatore di pallanuoto nel Posillipo Napoli, poi arbitro nazionale internazionale di pallanuoto e, dopo essere stato Designatore Nazionale Arbitri di Pallanuoto in serie A1 e A2, attualmente ricopre la carica di Delegato-Commissario degli arbitri di pallanuoto di serie A1 , A2 e B; e Nicola Scaringi, casertano, esponente dello sport sociale per essere da anni Presidente Regionale dell’Asi (Alleanza Sportiva Italiana) ente di promozione sportiva riconosciuto dal Coni, impegnato in attività per i giovani, per i disabili e per gli immigrati.

Nel corso della festosa manifestazione il presidente della sezione di Caserta dell’Ansmes (Associazione Nazionale Stelle al Merito Sportivo) Giuseppe Bonacci ha celebrato anche gli insigniti del prestigioso riconoscimento nella recente cerimonia Premi Coni al Belvedere di San Leucio e cioè la Stella d’Oro Guglielmo Moschetti da Aversa (pallavolo), quella d’argento Giustino De Sire da Caserta (scherma), quella di bronzo Salvatore Giaccio da Caserta (scherma), ricordando altresì come il Panathlon di Caserta sia una fucina di sportivi di razza comprendendo nelle fila dei proprio associati altri dieci stelle al merito sportivo (gli stessi De Simone, Santulli, Bonacci e inoltre Franco Amato, Monica Di Giacomantonio, Gigi Campofreda, Enzo De Lucia, Gaetano D’Argenzio, Giuliano Petrungaro, Antonio Farina). “Un club di sportivi di razza -ha aggiunto il presidente Paolo Santulli- che a breve si arricchirà di altri dirigenti ed ex atleti protagonisti dello sport casertano, promuovendo attività culturali e scientifiche e, soprattutto, contribuendo al prossimo grande appuntamento con le Universiadi a Napoli e in Campania, dove in Terra di Lavoro Caserta ed Aversa saranno città di primario riferimento”.