Crea sito

Capua. Gino Rivieccio vice la IV edizione del premio “Silvio Fiorillo”

(Raffaele Raimondo) CAPUA Breve ma entusiastico il comunicato diffuso dalla Direzione del Teatro Ricciardi: «È con grande piacere che annunciamo il vincitore della IV edizione del Premio per il Teatro “Silvio Fiorillo”! Per la stagione teatrale 2016/17 la giuria popolare formata dagli abbonati del Teatro Ricciardi ha votato Gino Rivieccio come miglior attore della stagione! La cerimonia di premiazione si terrà il prossimo 7 Dicembre, in occasione della Festa di Compleanno del Teatro Ricciardi. A seguire Daniela Fiorentino e Patrizio Rispo in “Totò, il Principe della Canzone”». Lo stesso riconoscimento fu attribuito nel 2016 a Serena Autieri che meritatamente si aggiudicò la vittoria nell’ambito di un Premio che ogni anno intende esaltare la memoria di Silvio Fiorillo, attore e commediografo del XVII secolo giustamente annoverato, per il suo straordinario talento, fra i capuani illustri. L’appuntamento artistico è dunque fissato per le ore 20 di giovedì 7 dicembre. Così il vulcanico Gino Rivieccio – personaggio di primo piano della comicità partenopea, elegante e mai volgare, al punto da essere definito come un vero e proprio “gentleman della risata” – riceverà un ulteriore importante attestato d’onore in una città in cui conta tantissimi ammiratori e dove nel gennaio di quest’anno ha interpretato alla grande uno spettacolo – “Io e Napoli” – applauditissimo dal pubblico e grazie al quale è balzato in vetta ai consensi del pubblico. Tutti infatti ricordano “Io e Napoli” come “un piacevole viaggio tra monologhi, personaggi, tradizioni, aneddoti e canzoni, per decantare la grande pazienza dei napoletani, destinati sempre ad aspettare qualcosa o qualcuno, per migliorare la propria condizione”. E questa densa rassegna di situazioni, tendenze, sentimenti ed aspirazioni è così profondamente interiorizzata e trasmessa da Gino Rivieccio da ritornare sulla scena alla maniera di uno specchio fedele della realtà, ma con l’aggiuntivo fascino di una creativa reinterpretazione, ora amara ed ora irresistibilmente divertente. Sono queste le ragioni per cui risulta indovinatissimo il proseguimento della speciale serata con il recital “Totò, il Principe della Canzone” che vedrà Daniela Fiorentino e Patrizio Rispo proporre poesie indimenticabili e celeberrimi brani canori firmati dal più grande maestro della comicità napoletana di cui quest’anno si ricorda il cinquantesimo della scomparsa (avvenuta il 15 aprile 1967). Viva e attualissima resta, dopo mezzo secolo, la sua immensa eredità artistica e palesemente doveroso quanto ammirevole è