Crea sito

Il Sacco di Capua. Pronto il programma per la celebrazione del ricordo di una delle pagine più tristi della storia di Capua.

Sacco di CapuaIl 24 luglio il primo giorno degli eventi in programma. “Aut Caesar aut nihil” – O Cesare o niente;questo era il mottousato volutamente da Cesare Borgia e che rappresenta ottimamente la fame spasmodica di potere assoluto di quello che sarà poi conosciuto come il “duca Valentino”. Cesare era figlio, insieme alla altrettanto famosa e sempre in negativo sorella Lucrezia, di papa Alessandro VI, al secolo Rodrigo Borgia, edopo una carriera fulminea, creata grazie ai favori paterni,rivolse il suo sguardo espansionistico verso il Regno di Napoli. Vi era, infatti, la volontà di sposare Carlotta d’Aragona, figlia del re Federico I, per poter in seguito vantare diritti al titolo di Re di Napoli alla morte del sovrano.

Dannazione per i capuani fu il rifiuto del matrimonio con Cesare da parte di Carlotta; questo, per la precisione il desiderio di vendetta del Borgia per tale affronto,il motivo per cui vi fu il genocidio, compiuto il 24 luglio del 1501 dal Borgia stesso, ai danni della Città di Capua e che costò, oltre al saccheggio (sacco), la vita a circa 5000 cittadini tra cui soprattutto donne e bambini. Ogni 24 luglio, memori di tale indelebile barbarie, la Pro Loco di Capuacon il patrocinio dell’Ente Provinciale per il Turismo di Caserta ed il Comune di Capua, proponeda oltre trent’anni la “Rievocazione del Sacco” in una tre giorni densi di eventi. Quest’anno, in particolare, l’evento si articolerà in tre momenti diversi che vanno dal “ricordo”- con la celebrazione di una messa in suffragio e la deposizione di una corona di alloro nelle acque del Volturno a cura della Congrega della Madonna delle Grazie -ad un “viaggio nel tempo” che ha come cornice il Palazzo di Ettore Fieramosca ed infine un momento riguardante “la speranza” con un corteo storico che sfilerà lungo le vie del centro storico con oltre duecento figuranti che catapulteranno i visitatori nell’anno del Signore 1501. Il programma che segue rende appieno lo sforzo profuso dagli organizzatori per far risultare indimenticabile l’evento vedasi, ad esempio, la cura della veste grafica della locandina creata appositamente per l’occasione, dal giovane e promettente Salvatore Sgueglia. Il 24 LUGLIO alle ore 19,00 – Chiesa della Madonna delle Grazie: Santa Messa in ricordo delle vittime dell’eccidio; alle Ore 20,00 -Ponte Romano: Cerimonia di omaggio della corona di alloro. Il 25 LUGLIO presso Palazzo Fieramosca
Ore 18,00: Apertura corte con esposizioni e visite guidate alla torre del palazzo; Ore 19,30: “Serata nel Rinascimento Capuano: conversazione con Maria Luisa Nava”; Ore 21,00: “Tra Corte e Chiesa nel Rinascimento” – Gruppo vocale strumentale “Ave GratiaPlena” Spettacolo in costume antico e con strumenti copie dell’epoca. Il 26 LUGLIO ore 18,30 : Largo Porta Napoli – partenza del Corteo: Corteo storico “Ricorda…Racconta…Cammina” di Sant’Angelo in Formis con Corteo storico “Carlo V” di San Severo; Gruppo sbandieratori e musici “PuerApuliae” della Città di Lucera;I Cavalieri della Pergamena Bianca Trombonieri Città di Montecastello.