Crea sito

Case di Riposo, dove è finito il rispetto delle persone anziane ? Hodie mihi, cras tibi !

(Felice Previte) Stiamo raschiando il fondo del profondo immenso incontenibile barile : ma cosa volete che diciamo impotenti “ che si stava meglio quando si stava peggio “ , oppure “Oggi a me, domani a Te “ Hodie mihi, cras tibi ?
Ancora una volta le persone anziane ubicate nelle Case di Riposo, Cura, Ovunque sono Ospitate, sono all’ordine del giorno per i soprusi, maltrattamenti, violenze d’ogni genere che vengono sottoposte, mentre la Politica, col P maiuscolo come dice Papa Francesco, è latitante tutta presa nelle maglie della noncuranza, del deleterio silenzio di quanto avviene fra la gente e le necessità in cui versa il cittadino .La Politica pensa a sgovernare : ma insistono Centri di Potere ! Basta ! E’ necessario ed impellente cambiare rotta ! Nuova Legge Elettorale, Nuove Elezioni con solo due Fazioni Politiche : quando “manca “ una, passare all’altra come in quasi tutte le democrazie nel mondo !Manca l’impegno ed è carente un’impostazione programmatica dalle Istituzioni, di tutte, mentre dalla collettività sale forte, diffusa, decisa, impellente la domanda di solidarietà, giustizia, sicurezza, specie nelle case di abitazione dove in prevalenza vi sono persone anziane . Ma siamo stranieri nella nostra Patria ?

Ora, poi, le Case di Riposo lasciate alla speculazione privata, sono teatro di episodi di violenze inaudite in cui la volgarità è presente in tutta la sua manifestazione e questi comportamenti compulsivi, barbari, rinnovati sono segni indiscutibili di menti cervellotiche ottenebrate .Un grazie ai Nas dei Carabinieri ed a tutte le Forze dell’Ordine ! Ci perdonino : é necessario che gli Ordini Religiosi intensificano la creazione di Case di Riposo gestite da Suore, visto l’assenza dello Stato Sociale !Secondo i dati Istat le persone con più di 65 anni, è attorno il 15% e nel 2025 sarà del 25%, eppure nella n/s amata Patria mancano, “cosa “ incredibile nelle proclamate e conclamate riforme, le Case di Riposo per persone anziane e scarse sono le Residenze Sanitarie Assistite !
Queste Case di Riposo dovrebbero essere in grado di garantire una adeguata assistenza a tutta la popolazione autosufficiente e non, le cui condizioni quotidiane di arretramento dei Servizi Sociali e Sanitari sono notevoli lasciando al lucro attivissimo ed alla speculazione l’iniziativa privata per comprendere le priorità e le necessità, invece di essere “posti” di cattiverie, di violenze, di soprusi !Ci domandiamo sempre : in questa carenza da parte dello Stato non si annida una forma di “strisciante eutanasia”, una “cervellotica eutanasia”, una “ mascherata eutanasia”, uno spending review inopportuno, antisociale, anticristiano ? Il risparmio sociale va fatto in altri ambiti e non quello in cui l’anziano vive la malattia peggiore : la solitudine !Tutti sappiamo che la Legislazione Sociale, contemplata da tutti e richiamata da sempre dalla Costituzione Italiana, in senso ampio, comprende tutte le norme sulla protezione ed assistenza dei poveri, ammalati, invalidi, anziani .La Politica, al di là di ogni schematismo, credo politico, deve farsi carico della difesa della vita umana e della dignità di ogni cittadino, affinché il fenomeno dell’emarginazione degli anziani, dei disabili, dei malati ospedalieri, di quelli terminali, non deve avvenire, mentre si riscontra un proliferare eccessivo di queste violenze ( alla faccia dello Stato Sociale), dove si evidenzia una mirabilia allucinante ! Secondo la n/s Costituzione, ( portata sempre ad esempio di bene collettivo !), la solidarietà pubblica e lo Stato Sociale non devono essere mai assenti. Ma non è così ! Assistiamo a carenza di buona educazione, di buon vivere, serenità, pace, giustizia ! Parafrasando la famosa frase di Pilato rivolta a Gesù “quid est veritas? , coloro che “denunciano” se non sanno dare una concreta risposta, non vogliano ripetere il comportamento del Proconsole romano che trascurò di attendere le parole che sono state sulle divine labbra di Gesù che rispose “est vir qui adest”!Si è l’uomo che sta innanzi con tutti i suoi problemi basati, soprattutto, sulla giustizia sociale.Quei “cattolici”, poi, impegnati in politica, smarriti, indecisi, dimentichi che il primo principio della Dottrina Sociale della Chiesa è la dignità della persona umana, molto “tiepidini” in fatto di concreta solidarietà, devono “infondere” ai diritti anche i doveri, alla ingiustizia la giustizia, alle “storture” la verità .Chiedere la costruzione, lo sviluppo di Case di Riposo ci domandiamo, se questa situazione non costituisce una grave emergenza sociale dettata dall’isolamento relazionale di questa “tipologia anziana”, onde garantire una adeguata assistenza che costituirebbe una diminuzione del costo economico-sociale ? Papa Francesco ci insegna sull’importanza e sulla sapienza delle persone anziane “sono come il buon vino, più invecchia e più diventa buono” , ( 24 Marzo 2013 Angelus). E con le sagge parole del Santo Giovanni Paolo II° :” Andiamo avanti con speranza” Previte