Crea sito

Sant’Arpino. Inaugurata la quarta farmacia

(di Lucio Novelli). L’Italia è sempre più longeva e persegue l’obiettivo di una migliore qualità della vita dei suoi cittadini che vogliono essere ben assistiti nel proprio paese o città. L’inaugurazione di una quarta farmacia nello storico paese di Sant’Arpino, vicino la stazione in una zona sprovvista di servizio farmaceutico è stata un’ottima idea della Dottoressa Falco Rosaria che ha trovato nell’Amministrazione Comunale guidata dal Sindaco Giuseppe Dell’Aversano collaborazione e disponibilità. Il Sindaco Dell’Aversano ha rilasciato la seguente dichiarazione: “ Questa è la quarta farmacia che apriamo nel nostro territorio. Come Amministrazione comunale stiamo facendo tante iniziative a favore della città. Colgo l’occasione per porgere i miei fervidi auguri. Sono convinto che anche in questa zona della città si avrà più movimento con questa nuova attività”. Ha ragione il Sindaco ad agevolare una nuova attività al servizio del cittadino, infatti, il farmacista offre prestazioni che vanno ben oltre la distribuzione del farmaco: mette a disposizione consigli sugli stili di vita, sul modo di assunzione dei farmaci, ricorda le loro interazioni e i loro effetti collaterali, si accorge delle difficoltà di chi ha di fronte. Collabora con il medico curante per raggiungere al meglio gli obiettivi di cura. La farmacia è uno snodo cruciale per offrire risposte al bisogno non solo di farmaci, ma anche di servizi ai Pazienti. Questo nuovo esercizio commerciale è dedicato a un santo famoso: Sant’Elpidio.La chiesa di Sant’ Elpidio edificata negli anni 1590-92 da Alonzo III Sanchez De Luna al posto dell’omonima chiesa fatta abbattere per innalzare il Palazzo Ducale ubicato dal lato opposto della piazza. Rimaneggiata più volte nei secoli successivi, fu decorata con stucchi e dipinti nel 1754 e poi ampliata. Su questo Santo ci sono varie notizie una cosa è certa che il suo culto è particolarmente vivo anche nel Piceno dove paesi e città portano il suo nome. L’intestazione della farmacia, scelta dalla dottoressa Falco Rosaria, si amalgama perfettamente con la storia e il culto religioso della città di Sant’Arpino. Per un “ vecchio cronista “ come lo scrivente è veramente un piacere rendere cosciente il lettore come sia importante il ruolo della farmacia in futuro. La farmacia è destinata a diventare un luogo preciso sempre più importante nella razionalità operativa e della gestione del sistema in vigore. Ha fatto bene il Sindaco Giuseppe Dell’ Aversano a offrire questa nuova opportunità alla città perché dove c’è movimento per chi arriva particolarmente da fuori città, può benissimo scoprire e conoscere monumenti importanti che sono all’interno della città ossia unire l’utile al dilettevole: Palazzo Ducale della Sanchez De Luna D’Aragona costruito tra il 1574 e il 1592 proprio da Alonzo III Sanchez de Luna d’Aragona, Palazzo Zarrillo, Chiesa di Sant’Elpidio Vescovo, Chiesa di San Francesco di Paola, Palazzo Magliola, Rudere del Castellone ecc. Una farmacia che apre i battenti in un punto importante della città dove c’era veramente bisogno , ricca di storia di tradizioni ( vi consiglio di non perdere la “ sagra del Casatiello ). La redazione porge i migliori auguri alla dottoressa Falco e alla città di Sant’Arpino con una semplice parola: “ Ad Maiora semper”.