Crea sito

Calcio. Coppa Campania, clamorosa vittoria del Casale 1964: i ragazzi di Natale superano il turno ribaltando il ko per 4-1 dell’andata

CASAL DI PRINCIPE. Serviva un’impresa. E in uno dei momenti più delicati della stagione il Casale 1964 ha tirato fuori l’orgoglio e gli attributi ribaltando, clamorosamente, il risultato dell’andata della Coppa Campania vincendo per ben 4-0 contro l’H2O Riardo Soccer. In terra riardese i casalesi guidati da mister Enricomaria Natale uscirono dal campo battuti per 4-1 consapevoli però di avere tutte le carte in regola per trovare il riscatto. Ed infatti al ‘Comunale’ di Casal di Principe è andata in scena una sfida stoica da parte di capitan Roger Ferraro e compagni. Per superare il turno e per continuare a sognare la conquista del trofeo al Casale 1964 serviva una vittoria con almeno tre gol di scarto. E la voglia di successi è stata subito evidente negli occhi del calciatori di Casal di Principe. La gara è stata sbloccata quasi immediatamente: sono bastati dieci giri di lancette a Biffaro per sorprendere il portiere avversario e per gonfiare la rete per l’1-0. A quel punto è scattata la scintilla: “Possiamo farcela”. Altri otto minuti e il Casale 1964 ed ha già pareggiato i conti con l’andata. Bomber Sossio Aruta, uno di quelli che è sempre protagonista quando le gare contano, vince la resistenza della difesa avversaria e sigla, con i gol al 15’ e al 18’, la sua personale doppietta. Casale 3, Riardo 0. Mister Natale applaude i suoi ragazzi per la grande prestazione ma chiede concentrazione massima per tutti i 90 minuti. E le direttive del tecnico vengono seguite alla lettera: in tutta la gara Riardo mai pericoloso dalle parti dell’estremo difensore casalese. Nella ripresa, nonostante potesse bastare il 3-0, è sempre Aruta a mettere il sigillo sul match riuscendo a siglare il 4-0 e la sua tripletta che permette quindi di continuare nella sua straordinaria striscia di reti in tutti i campionati italiani. Applausi dei presenti al ‘Comunale’ per quello che è stato un match che potrebbe seriamente diventare lo spartiacque della stagione del Casale 1964.