Crea sito

Cancello e Arnone. Francesco De Pasquale già aveva lanciato l’allarme per il Ponte Garibaldi

(Caserrta24ore) CANCELLO E ARNONE AL SIG. PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI, ROMA.
AL SIG. PRESIDENTE DELLA REGIONE CAMPANIA, ROMA.
AL SIG. PREFETTO DI CASERTA.
AL SIG. DIRIGENTE DELLA PROTEZIONE CIVILE, PREFETTURA DI CASERTA.
AL SIG. DIRIGENTE DELL’AUTORITA’ DI BACINO DEI FIUMI LIRI-GARIGLIANO E VOLTURNO, CASERTA.
AL SIG. PRESIDENTE DELLA PROVINCIA DI CASERTA.
AL SIG. SINDACO DEL COMUNE DI CANCELLO ED ARNONE.
P.C. ON. MARCELLO TAGLIALATELA, CAMERA DEI DEPUTATI, F.D.I.-A.N., ROMA
P.C. ALLO SPETTABILE GRUPPO REGIONALE, DI F.D.I.-A.N., REGIONE CAMPANIA, NAPOLI.
P.C. AL TGR CAMPANIA, NAPOLI.
P.C.ALLA STAMPA.
Oggetto: CANCELLO ED ARNONE (CE), ponte Garibaldi, richiesta di verifica statica e sistemazione segnaletica.
Con la presente,
facendo seguito a tante note inoltrate, a varie telefonate, tese alla verifica statica del ponte;
considerato che esistono segnali sul ponte, che regolano il passaggio dei camion-il passaggio dei camion per quanto concerne il loro peso;

considerato che il ponte necessita di una verifica statica, in particolare agli appoggi;
considerato che vi sono segnali per cui è necessario tale verifica, anche al fine di una buona manutenzione;
considerato pure che vi sono sul ponte sono necessari alcuni lavori di sistemazione delle spallette e delle barriere in ferro;
considerato principalmente che il ponte Garibaldi unisce non solo i due centri, CANCELLO ed ARNONE, ma collega vari Comuni, e che vi è un traffico enorme di ogni tipo di veicoli, di mezzi pesanti;
considerato quindi che un eventuale limitazione, chiusura del traffico, questo in futuro, nel caso in cui si dovrebbe ravviarne la necessità, paralizzerebbe completamente il paese, perché non ci sono altre vie di collegamenti, salvo che andare per altri paesi vicini, comunque distanti, e, che, soprattutto i due centri, CANCELLO ed ARNONE, non sarebbero più uniti direttamente, con gravi conseguenze di tutti i tipi;
tutto ciò considerato chiede alle S.V. di volersi adoperare per una verifica statica, e poi per tutti i giusti e urgenti lavori, prima che poi, come detto, in futuro, potrebbero esserci problemi;
Nel frattempo, che gli enti alla quale la presente è indirizzata, trovino prima, di comune accordo, anche la soluzione di chi è la competenza di tali interventi, visto che a tutt’ ora non si riesce a stabilire questo.
Distinti saluti. Francesco Di Pasquale Cancello ed Arnone 04.03.2017