Crea sito

Discarica tossica di Calvi. Fu il M5S a dubitare l’opportunità di costruire una centrale

fattore_dimaioEsprime soddisfazione il portavoce del M5Stelle di Calvi Risorta, Antonio Fattore (nella foto con Di Maio) in merito all’interrogazione parlamentare che chiede di valutare se sia opportuno installare nell’Agro Caleno apparati industriali in un territorio che va bonificato per lo sversamento di rifiuti tossici industriali nei decenni scorsi. L’interesse per il territorio nasce in seguito alle sollecitazioni giornalistiche di Salvatore Minieri che ha invitato le telecamere di Striscia la Notizia nell’area Ex-Pozzi tra i comuni di Calvi Risorta, Pignataro, Sparanise.
Tutto è stato possibile grazie alla disponibilità delle amministrazioni di Calvi, Pignataro e Sparanise e del costante impegno dei cittadini dell’Agro, “ma l’influenza maggiore – sottolinea Fattore – è venuta dalle molteplici mobilitazioni organizzate dal comitato ‘No alla biomasse’, tali da interessare le telecamere di Striscia la Notizia e far luce sulle reali problematiche del nostro martoriato e dimenticato territorio. Il mio ruolo – continua Fattore – è stato quello di avere avuto in un pubblico incontro a Gricignano di Aversa, la possibilità, grazie all’ausilio dei candidati regionali del Movimento 5 Stelle, di portare l’attenzione sull’Agro Caleno in Parlamento. Il M5S auspica che alle parole seguano i fatti in maniera tempestiva, a partire della bonifica dell’area inquinata”