Crea sito

NAPOLI. Fermentum… nel chiostro grande della Certosa di San Martino

(Caserta24ore) NAPOLI Sarà il chiostro grande della Certosa di San Martino, tra i fiori all’occhiello della città di Napoli, ad ospitare sabato 19 settembre, alle ore 20.30 e alle 22.30, in occasione delle Giornate Europee del Patrimonio 2015, una suggestiva performance di teatro danza che vedrà protagonista la compagnia dei Danzattori diretta da Mauro Maurizio Palumbo.Ispirata dal tema guida di quest’anno delle GEP, “La Cultura è il cuore dell’Europa. Ritualità e storia dell’alimentazione attraverso l’arte italiana” – il gruppo proporrà “Fermentum” ovvero Lievito, incentrato sul significato simbolico del Pane visto come portatore di cultura, elemento essenziale per la nutrizione e la sopravvivenza e mezzo di condivisione e dialogo fra i popoli.
Una sapiente miscela di azioni teatrali e danze contemporanee che, si spera, possano suscitare emozioni e riflessioni sulle tematiche del cibo, sulla ricerca dell’essenziale e sull’abbandono del superfluo in un mondo in continua evoluzione che tende a perdere sempre più di vista il valore della condivisione e della convivialità.
La performance rievocherà in chiave contemporanea le pratiche operate dai monaci certosini. Non a caso, nella Certosa la produzione di pane avveniva quotidianamente per sfamare anche i bisognosi, soprattutto in tempi di carestie, e si “ricorderà” un altro Fermentum ovvero un rito cristiano delle origini legato alla comunione dei vescovi. In scena per l’occasione, con il regista Mauro Maurizio Palumbo, Salvatore Camerlingo, Francesca Tornincasa e Sabrina Santoro.