Crea sito

Brusciano affranta per la morte dell’atleta Siham Laraaichi nella tragedia ferroviaria di S. Maria Capua Vetere

(Caserta24ore) BRUSCIANO: La tragedia ferroviaria del pomeriggio del 15 agosto in cui ha perso la vita l’atleta marocchina di Casablanca, Siham Laraaichi, fatalmente in transito sui binari con le cuffie alle orecchie, nei pressi della Stazione di S. Maria Capua Vetere, ha lasciato attoniti anche gli abitanti di Brusciano che l’hanno vista recentemente vincere una gara cittadina di km 10,150 con il tempo di 0:38:48,25 ed una media di 3:49,38 a chilometro. Il giornalista Antonio Castaldo ricorda che “Proprio a Brusciano domenica 5 giugno 2016 sotto lo sventolio delle Bandiere della Pace su Via Semmola tagliava il traguardo, prima fra le donne, Siham Laraaichi, in gara per la Società Dilettantistica “Podistica Il Laghetto nella “2^ Gara Podistica in Marcia per la Pace” promossa dalla “Giomo Runners” di Giovanni Mocerino. Il Sindaco Giosy Romano la premiava con gli applausi dei bruscianesi ai quali ha lasciato un segno di dolcezza e forza, leggerezza e semplicità. Mi piacerebbe – ha vagheggiato Antonio Castaldo- che da Rio de Janeiro qualche atleta in questi giorni di giochi olimpici dedichi una sua medaglia alla memoria di Siham Laraaichi che correva, da tre anni in Italia, per la gloria ma soprattutto per aiutare economicamente la famiglia alla quale da Brusciano, affranti esprimiamo ora il nostro cordoglio”.