Crea sito

Salerno. “Tango”, la 10a edizione del Festival Teatro

S’intitola “Tango” il secondo spettacolo in cartellone, per la decima edizione del Festival Nazionale Teatro XS Città di Salerno. Domani (domenica 18 febbraio), alle ore 19, sarà la Compagnia La Corte dei Folli di Fossano a salire sul palco del Teatro Genovesi di Salerno. Il testo di Francesca Zanni è riletto dalla regia di Pinuccio Bellone. In scena, due vite scorrono parallele. I due protagonisti vivono due tempi diversi, non parlano mai tra loro, ma condividono la forza della giovinezza, l’orrore per la perdita dell’identità e la passione per il tango. “Tango” racconta un pezzo di storia dell’umanità che qualcuno preferirebbe dimenticare.

In un ambiente unico un uomo e una donna raccontano la loro storia parlando direttamente al pubblico. L’uomo e la donna non parlano mai tra di loro, ma i loro monologhi s’intrecciano e il loro racconto a volte sembra combaciare: si capisce che le loro vite scorrono parallele e stranamente incrociate, ma fino all’ultimo non sarà svelato qual è il nodo che li unisce. I due personaggi appartengono a due periodi storici diversi, ma stanno raccontando la stessa storia. Solo nel finale si guarderanno finalmente negli occhi e si “parleranno” per la prima volta, ballando insieme un simbolico tango.

Il Festival è organizzato dalla Compagnia dell’Eclissi, diretta da Enzo Tota, con il patrocinio dell’Istituto d’Istruzione Superiore Statale “Genovesi – Da Vinci”, guidato dal dirigente Nicola Annunziata, il sostegno delle Soroptimist Club Sezione Salerno, il patrocinio del Comune di Salerno e il sostegno della U.I.L.T. Campania.

I PROSSIMI SPETTACOLI. Domenica 25 febbraio, alle ore 19, la giuria del festival dovrà valutare lo spettacolo “Bravo pour le clown” di Luca Morelli presentato dalla Compagnia Luca Morelli di Potenza. È un monologo che tra teatro di prosa e clownerie vuol essere un omaggio a Grok, l’ultimo grande clown del ‘900. Uno spettacolo intenso in cui il protagonista racconterà di una sala teatrale vuota e che rischia la chiusura. Per domenica 11 marzo, nell’ambito della sezione “XS Giovani”, novità do quest’anno, ci sarà la Compagnia Teatro Mio di Vico Equense in “Anna Cappelli” di Annibale Ruccello. Ruccello ha scritto “Anna Cappelli” poco prima della sua prematura scomparsa: sette dialoghi per attrice sola che parla con qualcuno fuori-scena: prima la padrona della stanza affittata da Anna, poi Tonino. Non si tratta dunque di monologhi interiori ma di colloqui di cui lo spettatore sente solo la parte di Anna. Domenica 18 marzo la Compagnia Live di Mercato San Severino, sempre nella sezione Giovani, calcherà le tavole del palco di via Sichelgaita con “Il tè delle tre”, spettacolo liberamente tratto da “Psycho ladies” di Beltrame. La storia è quella di tre donne colpite da psicopatia che si incontrano, per curiosa combinazione, sulla tomba del loro psichiatra scomparso in circostanze misteriose. Sabato 24 marzo, alle ore 21.15, ospite del Festival XS sarà la Compagnia Teatroimmagine di Venezia in “Il barbiere di Siviglia” in guisa dei Commedianti dell’Arte. Benoit Roland e Roberto Zamengo seguendo quello che è ormai un “carattere” della compagnia considerano il libretto de “Il Barbiere di Siviglia” scritto da Sterbini, un pretesto, una ragione apparente per nascondere l’autentico motivo della scelta. Si parte dalla motivazione di divertirsi e divertire il pubblico, rileggendo l’opera di Gioacchino Rossini con il tipico “savoir faire” della compagnia evitando però ogni confronto. Domenica 8 aprile settimo spettacolo in scena con “Cyrano de Bergerac … in salsa comica” di Lorenzo Corengia presentato dalla Compagnia Ronzinante di Merate. La trama segue fedelmente la struttura del testo originale, ma viene continuamente punzecchiata da imprevisti ed equivoci grotteschi. Richiamando alla mente le edizioni passate e quindi anche i podi che hanno contribuito all’albo d’oro del festival, anche per questo decimo anniversario a Salerno torna sabato 14 aprile, alle ore 21.15, la Compagnia del Teatro Impiria di Verona che ha scelto di essere presente con “Messaggi d’amore”, la commedia epistolare di Meneghini e Castelletti per la regia di Andrea Castelletti. Lettere, cartoline, sms, email – tenere, ridicole, commoventi, ironiche, graffianti – per raccontare un amore incompiuto, due destini che hanno attraversato i decenni della Storia: la nostra. Uno spettacolo che ci racconta una storia, quella di tutti noi. Domenica 15 aprile, alle ore 19, riflettori puntati per la sezione “XS Giovani” sulla Compagnia Teatro Terra Marique di Perugia con “Baci, botte e champagne” di A. Checov; direzione e messa in scena di Claudio Massimo Paternò. In questo spettacolo si ride dell’amore e di come esso possa nascere da uno schiaffo o da un semplice “no”. Si ride dell’uomo e della donna Si ride di come in un batter di ciglia tutto possa cambiare nelle relazioni umane.

I vincitori della decima edizione del Festival deliberati dalla giuria tecnica, presieduta da Marcello Andria, saranno, poi, annunciati domenica 6 maggio, alle ore 19, con la tradizionale serata di premiazione a cura della Compagnia dell’Eclissi.