Crea sito

Caserta. La Guardia di Finanza arresta tre rumeni con 130 kg di sigarette

Prosegue la quotidiana attività di prevenzione generale e di controllo economico del territorio a cura del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Caserta, con particolare riferimento alla lotta al contrabbando di sigarette, che, nell’ultimo periodo, ha fatto registrare un preoccupante incremento, soprattutto nelle aree a ridosso della provincia napoletana, dovuto anche alla forte presenza di soggetti dell’Est Europeo che si prestano a svolgere il ruolo di corrieri dai Paesi di origine, dove i tabacchi hanno un costo al dettaglio notevolmente inferiore o di intermediari nell’importazione delle cc.dd. cheap white acquistate direttamente nei Paesi produttori, al di fuori dell’Unione Europea.

La recrudescenza di tale fenomeno, che ha suscitato anche l’interesse delle organizzazioni criminali locali, ha determinato un’intensificazione degli sforzi investigativi e repressivi delle Fiamme Gialle ed in tale contesto i Finanzieri della Compagnia di Mondragone sono riusciti ieri ad intercettare un furgone che trasportava, abilmente occultati in un doppio fondo costruito sul pianale di carico, ben 133 kg. di sigarette di contrabbando (oltre 6.600 pacchetti) provenienti dall’Ucraina.

Nello specifico, i militari hanno fermato per un controllo di routine il furgone, che si presentava a prima vista privo di merce a bordo. I finanzieri, tuttavia, insospettiti dalla presenza a bordo dei tre stranieri, li interrogavano, separatamente, per approfondire le ragioni del viaggio e della presenza degli stessi in zona, ricevendo però indicazioni evasive e contraddittorie tra loro.

Per tale motivo invitavano il conducente a seguirlo presso gli Uffici della Compagnia di Mondragone, dove procedevano ad un più approfondito esame del veicolo, riscontrando la presenza di un ampio doppio fondo costruito “ad hoc” sotto il pianale del furgone, all’interno del quale venivano rinvenuti oltre 133 Kg di sigarette marca MARLBORO, pronte per essere immesse sul mercato e che avrebbero fruttato introiti per circa 25.000 Euro.

Il conducente unitamente agli altri passeggeri – T.C.F. (maschio di 28 anni), A.I.M. (femmina di anni 18) e A.V.B. (maschio di anni 20) – tutti di nazionalità rumena, sono stati quindi tratti in arresto in flagranza del reato di contrabbando e messi a disposizione della competente Autorità Giudiziaria per essere sottoposti al rito per direttissima, mentre le sigarette ed il furgone utilizzato per l’illecito trasporto è stato sottoposto a sequestro.