Crea sito

Sant’Anastasia. Il privato per il sociale: rassegna cinematografica

Sant’Anastasia – NA – Con un programma di sei serate da scoprire, composto da 4 film tutti italiani (di cui due napoletani) di recentissima uscita, a partire dal 24 novembre avrà inizio la rassegna “Cineforum Metropolitan 2017-2018”. Altri due film compresi nell’evento saranno scelti dalla platea in sala, tra un ventaglio di proposte avanzate a cura dell’organizzazione. La kermesse cinematografica è un esempio di buona prassi dell’impresa locale che fa capo alla famiglia Coppola, la quale, cogliendo i bisogni della gente, non bada solo agli utili ma si proietta nel sociale, offrendo alla cittadinanza, a prezzi ridotti e sostenibili, film di qualità, come ad es. “Gatta Cenerentola, già acclamato e premiato a Venezia e in gara per gli Oscar 2018.

La programmazione delle sei serate, dal 24 novembre prossimo al 9 marzo 2018, tutte di venerdì sera alle 20,45 vedrà proiettare “Ammore e malavita” il 15 dicembre; “Amori che non sanno stare al mondo” il 19 gennaio; “Chi m’ha visto” il 2 febbraio. I due film scelti dalla platea sono in programma il 23 febbraio ed il 9 marzo.

L’iniziativa sta raccogliendo consensi sia in paese che altrove, per la validità dell’idea di dare a tutti, famiglie, coppie ed amici varie occasioni di riunirsi per trascorrere ore serene nel Cine-teatro Metropolitan, recentemente rinnovato nei colori e nelle sedute, che si pone come luogo di cultura e di veicolazione dell’arte a vari livelli, da quella tradizionale locale a quella artistica teatrale e cinematografica.

“Da anastasiana, frequentatrice del territorio ed attiva nell’associazionismo, credo fortemente nella mia città e nella possibilità che si possa risvegliare il senso vero di comunità. Il Metropolitan rappresenta le mie radici, il ricordo dell’infanzia/adolescenza e le serate del presente. Sono, quindi, contenta quando un simile sentimento anima gli spettatori, che non di rado mi comunicano le loro sensazioni positive e condividono con me aneddoti del loro vissuto in sala. Quest’anno ci siamo rinnovati nella tradizione. Il gestore del locale, mio zio Michele Coppola, tre anni fa mi ha dato la possibilità di ripensare alla funzione della sala teatrale e cinematografica, lasciandomi libera di tentare altre strade, coadiuvata da mio fratello Pietro Michele e mia cugina Angelica. E’ da sempre – dice Marianna Coppola – che tendiamo a dare una “scossa” al paese ed ho subito messo il locale a disposizione di associazioni, compagnie teatrali ed Enti, spesso senza badare al ritorno economico, dando priorità ai valori delle nostre tradizioni, degli artisti locali, dell’arte teatrale e cinematografica; valori che rivolgendosi alle platee più diverse e intere scolaresche (cito il progetto di successo realizzato in collaborazione con “Girando intorno al Vesuvio”) senza dubbio hanno favorito e contribuito alla crescita personale e collettiva. L’evento del cineforum prossimo ha un insito valore culturale volto ad incentivare un’ampia fruizione dei film più recenti ed offrire spazio alla comprensione dell’arte cinematografica, oltre a far passare serate distensive ai cittadini: rappresenta un momento di incontro “del paese in paese”. La rassegna cinematografica si pone, altresì, in continuità della campagna di raccolta fondi per il restauro dei locali della Congrega di piazza II Ottobre, promossa dall’Associazione “La via della Bellezza”, cui andrà devoluta parte dei ricavi. Invito tutti a partecipare con entusiasmo”.