Crea sito

Riclestate 2015: la differenziata ti segue anche in vacanza!

Legambiente Campania, Conai e Cite scarl hanno presentato a Cellole (CE) presso il lido “Mare Blu” di Franco Migliozzi il progetto estivo “Riclestate 2015: la raccolta differenziata ti segue anche in vacanza”. Tra i presenti oltre al Sindaco di Cellole Aldo Izzo, che ha portato i saluti dell’amministrazione comunale e della comunità cellolese, alla conferenza stampa hanno preso parte il presidente e il direttore di Legambiente Campania, Michele Buonomo e Antonio Gallozzi, il responsabile sud Italia del Conai, Fabio Costarella, la responsabile comunicazione del Cite, Luisa D’Elia, il comandante Iodice della capitaneria di porto di Mondragone accompagnato dal sergente Morrone, l’ing. Giovanni De Felice del consorzio aurunco di bonifica su delega del commissario Angelo Barretta, il rappresentante dei condomini di Baia Domizia Franco Picano e diverse delegazioni di Legambiente provenienti dall’hinterland casertano.

La scelta della località in cui presentare questa importante campagna di sensibilizzazione ambientale, che vedrà impegnati durante tutta la stagione estiva le guardie ambientali e i volontari di Legambiente in attività didattiche e ludiche per i bambini ospiti delle spiagge del litorale domitio, è stata una scelta, così come sottolineato dal Presidente e dal Direttore di Legambiente Campania: “dovuta dall’esigenza di contribuire a far conoscere Cellole oltre i confini provinciali, perché da qui possa elevarsi uno sguardo ampio e una concreta proposta di sviluppo ambientale e territoriale per quest’area”.

Il responsabile sud Italia del Conai, Fabio Costarella, con il suo intervento ha evidenziato come sia “determinante la volontà politica degli amministratori locali nel raggiungimento degli obiettivi prefissati e la collaborazione con i cittadini, attraverso campagne di sensibilizzazione ambientale”. Importante, inoltre, è stato il contributo del Comandante Iodice della capitaneria di porto di Mondragone, il quale, in tema di inquinamento ambientale, ha voluto precisare come “sarebbe opportuno se nell’immaginario collettivo si abbattesse quella idea di linea di confine che separa terra e mare, spiegando che il lavoro svolto dalle autorità presenti sul territorio non è solo quello di reprimere i reati ambientali, ma anche e soprattutto quello di svolgere una attività di collaborazione e prevenzione con le realtà che operano in questo settore nel territorio della provincia di Caserta”.
A concludere i lavori di questa intensa mattinata di discussione, è stato l’intervento della responsabile comunicazione del Cite, Luisa D’Elia, la quale ha portato all’attenzione dei presenti gli obiettivi del Consorzio e le politiche aziendali adottate, “politiche basate sul “premio”, così le ha definite la dott.ssa D’Elia, premiando e incentivando non solo i cittadini attraverso concorsi rivolti a famiglie e bambini, ma anche agli operatori ecologici. Siamo sulla buona strada, non solo qui nel comune di Cellole dove si passa da 8 mila abitanti nei mesi invernali ai 40 mila nei mesi estivi e nonostante questa criticità, su base annuale si sfiora la soglia del 65% di differenziata, ma anche in altri comuni dove operiamo e dove concentriamo le nostre risorse e i nostri sforzi, ma c’è bisogno di non abbassare l’attenzione e di continuare a lavorare sodo al fine di raggiungere maggiori obiettivi e di contribuire a migliorare la qualità di vita dei nostri concittadini”.
Salerno, 16/07/2015