Crea sito

Campi Flegrei. Dagli USA nuova allerta bisogna accellerare le prove di evacuazione

Il supervulcano dei Campi Flegrei è entrato in un nuovo ciclo di attività e si starebbe ricaricando. Non è possibile comunque stabilire se questo fenomeno potrebbe portare in un futuro lontano a una grande eruzione, o se il vulcano più pericoloso d’Europa sarà destinato solo a piccole eruzioni come quella avvenuta 500 anni fa, i cui danni non andarono oltre il raggio di un chilometro.
Pubblicata sulla rivista Science Advances, la scoperta parla italiano ed è basata sull’analisi dei campioni di rocce prodotte dal magma relativo a 23 eruzioni avvenute nell’arco di 60.000 anni.
“Tutti gli studi sembrano andare nella stessa direzione e devono spingere la Protezione Civile nazionale e le amministrazioni locali e quella regionale ad accellerare le prove di evacuazione. Sono l’unico modo – dichiara il consigliere regionale dei Verdi Francesco Emilio Borrelli – per informare e preparare le popolazioni locali a gestire eventuali emergenze. Negli anni passati purtroppo sono stati sottovalutati questi segnali e adesso bisogna darsi da fare con grande velocità”.