Crea sito

Vacanze. Gita in barca low cost sull’isola di Ventotene, visita al carcere Borbonico

Le isole campane e ponziane si riempono di turisti in questi giorni, non c’è posto neanche per muoversi. Una possibilità per i vacanzieri di trascorrere una giornata in barca è quella di raggiungere un’isola e salire su una barca della cooperativa dei “barcaioli” per un giro e un bagno al largo. In questo articolo prendiamo in riferimento l’isola di Ventotene e la vicina Santo Stefano. Denominata dai greci Pandaria, Ventotene iniziò ad essere abitata solo quando l’imperatore Augusto decise di costruirvi sopra l’attuale Punta Eolo una sontuosa villa per le vacanze che comprendeva anche un porto, piscine termali, cisterne per l’acqua piovana, acquedotti, peschiere.
In questa villa fu poi spedita in esilio la figlia di Augusto, Giulia rea di aver violato la legge sulla moralizzazione pubblica. In seguito vi saranno confinate altre celebri donne romane: Agrippina Maggiore (spedita qui da Tiberio), Claudia Ottavia (cacciata da Nerone) e Flavia Domitilla, esiliata dallo zio Domiziano per la sua conversione al Cristianesimo. Sulla vicina isola di Santo Stefano al momento disabitata, si trova l’unico edificio presente il carcere borbonico (“edificio circolare”) con 99 celle, fatto costruire  (circa 1794–95) da Ferdinando IV ed in uso fino al 1965. Una volta sbarcati sull’isola, bisogna seguire la strada che sale al cerchio di mura del penitenziario. Varcata l’ultima porta verso il cuore del carcere, l’impressione è molto forte: l’imponente struttura circolare, realizzata tra il 1794 e 1795 dall’architetto Francesco Carpi per volere di Ferdinando IV di Borbone, abbraccia un padiglione in cui veniva celebrata la messa.

Dal porto di Formia la nave impiega circa un’ora e parte tutti i giorni alle 8:45, ritorno alle 17:30, il biglietto costa circa 12 euro (info http://www.laziomar.it/formia-ventotene).
I barcaioli della cooperativa (INFO QUI) all’arrivo dei traghetti accolgono i turisti, sia a Ponza che a Ventotene. Il giro in barca compreso di spaghettata, bibita e caffè costa da 25 a 30 euro.