Crea sito

Sparanise. Prof.ssa dona alla Biblioteca un’enciclopedia e 90 volumi

OLYMPUS DIGITAL CAMERA
OLYMPUS DIGITAL CAMERA
(Caserta24ore) SPARANISE Una grande enciclopedia di 18 volumi più altre 90 altri libri sono stati donati alla Biblioteca “Don Francesco D’Angelo” dell’ISISS “Galilei” per ricordare ai giovani studenti che, nell’era di internet e di Wikipedia, il libro rimane ancora insostituibile, soprattutto in questi giorni d’estate.
Leggere un buon libro, o un bel romanzo di Pavese, Pasolini, Calvino, Moravia o di un altro autore del novecento, è un’avventura unica ed insostituibile. Per questo motivo la prof.ssa Francesca Maciariello di Calvi Risorta, per una ventina d’anni docente di lettere nel vecchio Istituto tecnico Commerciale sparanisano, ha pensato bene di donare parte della sua ricca biblioteca alla scuola per rendarla fruibile agli alunni, Un dono ovviamente molto gradito, dal Preside Paolo Mesolella, dai docenti e dal bibliotecario, prof. Antonio Pepe che proprio quest’anno ha avviato un interessante progetto di catalogazione ed inventario dei tantissimi libri presenti nella biblioteca della scuola recentemente intitolata alla memoria di don Francesco d’Angelo, cappellano sparanisano, recluso nel campo di concentramento di Dacau e tre volte candonnato a morte dai tedeschi. Un libro, un’enciclopedia è il più bel dono che si possa offrire ad una scuola perché una biblioteca aiuta i giovani a crescere, a socializzare, a studiare il proprio territorio, la propria storia e dà loro la possibilità di impegnarsi e di migliorare il proprio futuro. La biblioteca dell’ISIS Galilei di Sparanise è presente anche in rete con un apposito catalogo virtuale che racchiude tutti i tiltoli rigorosamente ordinati secondo le principali classi e divisioni della classificazione decimale Dewey. “Quello della prof.ssa Maciariello – ha spiegato il preside Paolo Mesolella- è stato un gesto encomiabile da apprezzare e sottolineare. Ogni cosa che si fa o si dona alla scuola, in considerazione del fatto che servirà a far crescere culturalmente i nostri alunni, non può che essere accolto con grande entusiasmo e riconoscenza. Mi auguro che la presenza, in particolare nella nostra biblioteca di questa grande enciclopedia possa costituire un elemento aggiuntivo e di supporto per lo studio dei nostri alunni e per l’approfondimento dei docenti della scuola.