Crea sito

Napoli. Aggressioni ambulanze 118.

(Caserta24ore) NAPOLI Serve un intervento legislativo a cominciare dal riconoscimento di pubblico ufficiale
“Quando finalmente questa legislatura sarà pienamente operativa, il Parlamento affronti il tema della sicurezza degli equipaggi delle ambulanze che, a Napoli, ma anche in altre città, rischiano la vita ogni giorno quando devono intervenire in quartieri difficili”. Lo hanno detto il consigliere regionale, Francesco Emilio Borrelli, componente della Commissione sanità, e Natale De Falco, rappresentante del Cimo Emergenza Campania, il sindacato dei medici, per i quali “i punti su cui trovare convergenze per garantire sicurezza sia agli equipaggi delle ambulanze, ma, in genere, a tutti gli operatori della sanità sono l’istituzione in ogni azienda di registri specifici per la segnalazione da parte dei lavoratori delle diverse tipologie di violenza, con l’indicazione di tutti i dati dell’aggressore; riconoscimento del ruolo di “pubblico ufficiale” ai lavoratori che svolgono un pubblico servizio; riqualificazione dell’articolo 341 bis del codice penale “Oltraggio a pubblico ufficiale” come reato penale procedibile di ufficio; promozione di un piano di prevenzione e gestione degli episodi di violenza nei luoghi di lavoro, attraverso un’attenta valutazione dei fattori di rischio strutturali, ambientali, organizzativi, individuali e sociali, che possono determinare o aggravare il rischio di violenza; denuncia per danneggiamento di bene pubblico e potenziamento del servizio”.