Crea sito

Napoli. La Regione Campania contro il regionalismo differenziato

(ilMezzogiorno) NAPOLI De Luca: “Pronti al ricorso alla Corte Costituzionale”. Verdi: “Assolutamente d’accordo con la sua posizione, bisogna fermare questo abominio” “Siamo assolutamente d’accordo con il presidente De Luca quando afferma che la proposta di legge sul regionalismo differenziato va fermata. Si tratta di un abominio che rischia di spezzare l’Italia in due parti. Una parte sempre più ricca e l’altra sempre più povera”. Lo afferma il consigliere regionale Francesco Emilio Borrelli. “Nonostante i giochini del presidente del Veneto Zaia, noto detrattore del Mezzogiorno, non ci faremo abbindolare. Non è vero che la riforma servirà a razionalizzare le risorse. L’unica ratio è favorire le regioni dell’Italia settentrionale, penalizzando il sud. La riforma andrà a depauperare ulteriormente la qualità dei servizi nel Mezzogiorno. Aumenterà la disomogeneità, con il livello qualitativo delle prestazioni totalmente sbilanciato in favore di una parte del Paese. Invece di perseguire il principio dell’unità dei servizi, la riforma va esattamente nella direzione opposta. La nostra speranza è che l’opposizione delle regioni del Mezzogiorno sia ferma ed unitaria, a prescindere dalle convenienze politiche sul piano nazionale. Occorre un ‘no’ deciso per smontare una proposta che viola la Costituzione e i principi di solidarietà alla base del nostro ordinamento”.