Crea sito

Maddaloni. “Antonio, il Santo dei Miracoli”: alla Casa di Cura ‘San Michele

(Caserta24ore) MADDALONI Presentazione e proiezione in anteprima del film indipendente di Morzillo. Il regista e gli attori il 31 gennaio saranno nella sala convegni della Clinica maddalonese. Nella sala convegni della Casa di Cura “San Michele” di Maddaloni (Caserta) mercoledi 31 gennaio alle ore 17 sarà presentato e proiettato in anteprima nazionale il film “Antonio, il Santo dei Miracoli” di Enzo Morzillo. Nella struttura sanitaria maddalonese, infatti, sono state girate gran parte delle scene della pellicola dedicata a Sant’Antonio di Padova, in particolare il terzo episodio, riguardante un caso di cardiochirurgia e intitolato “Un cuore rinato”, e il quarto ed ultimo, “Il rifugio degli Angeli” (che abbraccia tutto il secondo tempo del film). Non è la prima volta che la San Michele viene scelta come set di pellicole: nel 2103 è stata luogo delle riprese del programma tv “16 anni e incinta” in onda su MTV; nel 2014 è stata location del cortometraggio “Foglie – Sonetto d’Autunno”, di Giuseppe Sagnelli; nel 2015 di alcune scene della docu-soap “I colori dell’amore”, in onda su Real Time.

Alla presentazione prenderà parte il regista – vincitore nel 2015 del Giffoni Film Festival, sezione Audience Award, con il corto ‘Voltare pagina’ e nel 2014 del Premio Mediaset.Uzone per registi indipendenti – e gran parte del cast del film, come gli attori professionisti Corrado Taranto, Alfio Liotta, Angela Bertamino, Eva De Rosa e Cloe Greta Lettieri che, nonostante la giovanissima età, ha già partecipato a molte importanti pellicole. Sarà presente anche Luisa Fusco, testimone vivente del quarto miracolo, riguardante i trapianti d’organo.
L’ingresso è gratuito previa prenotazione fino a esaurimento posti. Il film, a colori, è diviso in 4 episodi, che raccontano quattro dei miracoli di Sant’Antonio di Padova (due in epoca medievale e due in epoca moderna; i primi due episodi si intitolano “Il giovane risuscitato” e “Il miracolo della corda”), della durata complessiva di 104 minuti. È stato realizzato senza fondi pubblici né privati, e la regia è stata curata da Enzo Morzillo, che ha anche seguito tutte le riprese insieme agli assistenti Luigi Piscopo e Giacomo Peluso. Le colonne sonore sono state scritte dal maestro Adriano Martorana, che ha scritto anche la canzone inedita per film, “La vita va”, cantata dal soprano Maura Minicozzi.