Crea sito

PIGNATARO MAGGIORE RICORDA I IGNAZIO DEL VECCHIO E ANNALISA VENTICINQUE

(Daniele Palazzo) PIGNATARO MAGGIORE-La città e la cittadinanza di Pignataro Maggiore non dimenticano i loro più illustri personaggi e quanti, spesso con sacrificio, ne hanno portato in alto il nome e la tradizione, anzi, ne fanno gelosa memoria, iscrivendo, a caratteri, i loro nomi nel grande “Libro della Memoria” collettiva e nel cuore di tutti. E’ questo, il senso della toccante cerimonia, che, a cominciare dalle ore 19.30, si è tenuta, presso il cosiddetto “Largo Bonacci” a cura del Comitato “Per il Recupero della Tradizione e della Storia” cittadina. Protagonisti due cittadini illustri che hanno saputo dare alla loro città e alle loro famiglie di origine onore e merito. Protagonisti, dunque, due personaggi che, per diversi aspetti delle loro particolarissime vicende umane, erano e sono molto amati e conosciuti da tutti i pignataresi e non solo, vale a dire il Preside Ignazio del Vecchio e la bellissima Hostess Annalisa Venticinque, le cui vicende umane, pur molto diverse nelle loro vicissitudini, sono emblematiche di quell’humus storico, civico e morale cittadino. Presenti con tantissimi amici conoscenti ed estimatori del tandem di nobili figli di Pignataro, numerose autorità del mondo civile, politico, militare e religioso del comprensorio; durante il toccante evento di consapevole festa collettiva, sono state messe a dimora due targhe commemorative, a perenne ricordo dei due grandi cittadini pignataresi. In loro onore, non potevano mancare due diversi ed applauditi contributi musicali, che, affidati alla riconosciuta bravura del duo Rossella Vendemia- Piero Pellecchia( pianoforte e clarinetto) e del duo Maria Felicia Sellitto- Cristina Carrillo ( pianoforte e violino), hanno riscosso unanimi consensi.