Crea sito

Napoli. Luigi Mercogliano, candidato sindaco alle ultime amministrative napoletane chiede le dimissioni di Luigi De Magistris.

(Caserta24ore news) NAPOLI Scrive Luigi Mercogliano nella lettera aperta indirizzata al sindaco De Magistris:” Quando nel 2016 mi sono candidato contro di te alla carica di sindaco di Napoli, avendo vissuto negli anni precedenti insieme a te direttamente e con alcuni tuoi assessori alcune fasi di importanti vertenze cittadine, provavo per te anche una qualche forma di rispetto, consapevole che la mia candidatura, che raccolse comunque un dignitoso risultato con 1500 voti a me come candidato sindaco e poco meno di 1500 alla lista, non avrebbe potuto impensierirti minimamente. Oggi, a distanza di soli due anni e poco più da quella tornata elettorale, mi accorgo che sei veramente un demagogo gonfio di te e della tua smania di protagonismo. Ma dico io: non hai i soldi per pagare le case Famiglia, non hai i soldi per pagare la refezione scolastica, non hai i soldi per far camminare i bus scassati e vecchi di ANM, per ripararli e nemmeno per pagare i dipendenti; non hai i soldi per fare manutenzione ai parchi pubblici, al punto che tieni chiuso il Virgiliano e negli altri parchi minori tra ratti e insetti sembra una savana; non hai i soldi per tagliare l’erba agli angoli delle strade, che ormai i marciapiedi non si vedono manco più, ed ovviamente non hai i soldi per le buche nelle strade, che sono diventate piscine, oramai. Nel contempo, in città non esiste un servizio che non sia privato ed a pagamento per anziani e disabili e ci sono anziani napoletani, soli, che campano con 400 euro al mese in una stanza senza dignità ai margini della città, abbandonati a sé stessi e privi della benché minima assistenza e compagnia da parte di chicchessia.

E tu cosa ti permetti di dire? Che Napoli è una città accogliente e che se Salvini non apre il Porto tu i migranti li vai a prendere, con i soldi nostri, in mezzo al mare e magari quei pochi spiccioli che ci sono ancora nelle casse del Comune (ringrazia i cinque stelle e Brambilla per questo!) li vuoi utilizzare per questa tua ipocrita propaganda politica contro Salvini sulle spalle dei napoletani?
Mi dispiace soltanto per un motivo di non essere stato eletto consigliere comunale nel 2016, ed è questo: ti avrei scassato talmente tanto le palle in questi anni che simili attacchi contro i napoletani utili soltanto a creare altri dieci, cento, mille Vasto in altre zone di Napoli non ti saresti sognato nemmeno lontanamente di pensarle.
Demagogo che approfitti di Napoli e dei napoletani, non hai nemmeno il coraggio di dimetterti. Vergogna!