Crea sito

Esodati Indennizzo Commercianti e Agenti di Commercio

(ILMezzogiorno) Gentile Direttore di Caserta 24ore il mio nome è Alessandra P. e sono una delle rappresentati del gruppo Esodati Indennizzo Commercianti e Agenti di Commercio. L’ultima legge di bilancio N.145 ha ripristinato la concessione dell’indennizzo cessazione attività (un contributo di 513.00 euro al mese) che ha lo scopo di accompagnare il cessante all’età della pensione e che viene riconosciuto in base ad alcuni specifici requisiti (chiusura attività, riconsegna licenza commerciale, e requisiti anagrafici, 57 anni per le donne, 62 per gli uomini). Ebbene tramite la circolare 77 del 24 maggio corrente L’Inps ha deciso che il beneficio sarà riconosciuto solo alle chiusure a decorrere dal 1 gennaio 2019, nonostante i commi 283/284 lasciassero intendere diversamente. La misura è diventata strutturale l’unico biennio a non poterne usufruire è quello 2017-18(negli anni precedenti è sempre stato reintrodotto in maniera retroattiva). L’indennizzo viene da sempre alimentato tramite
un incremento percentuale sui contributi (0.09%) pagati da tutti i commercianti che anche noi abbiamo pagato negli anni precedenti alla nostra chiusura! Purtroppo non esiste disoccupazione per i commercianti che chiudono l’attività e alla nostra età è difficile ricollocarsi nel mondo del lavoro. Attendiamo da diverso tempo una risposta dal Ministero del Lavoro, che ad oggi non ha ancora rivelato se è Sua intenzione o meno risolvere la nostra problematica. Nel frattempo sono state inoltrate diverse interrogazioni sia dai Deputati della Camera che dai Senatori. In allegato: – Interrogazione On. Spena – Interrogazione On. Pichetto Fratin
– Interrogazione On. Lovecchio – Interrogazione On. Laforgia – Interrogazione On. Serracchiani
– Comunicato stampa del Patronato INAPI