Crea sito

I giuriusti per la vita sostengono la dottoressa Silvana Mari

(ilMezzogiorno) La dottoressa Silvana De Mari ha conferito incarico ad alcuni avvocati dell’associazione Giuristi per la Vita per essere assistita a fronte dell’esposto che i legali di Gay Lex intendono proporre nei suoi confronti avanti all’ordine dei medici nonché per la grave diffamazione subita a seguito di tale annuncio. La De Mari è un noto medico chirurgo e psicoterapeuta, che afferma verità scientifiche ed opinioni evidentemente molto scomode per la “comunità Lgbt”. Quelle di seguito riportate, sono solo alcune delle numerose dichiarazioni rinvenute sui siti e sui profili social di Gay Lex nonché di attivisti e sostenitori di tale associazione: Silvana De Mari, “chirurga e psicoterapeuta” a Torino. Pubblicamente asserisce che l’omosessualità è un disturbo possibile da curare, a partire dalla castità. Che nelle endoscopie anali effettuate sugli omosessuali ha visto condizioni “spaventose” malattie “devastanti”. Rammentiamo alla dottoressa Mari che il giuramento di “Ippocrate” che lei ha pronunciato diventando medico recita testualmente: “di curare ogni paziente con eguale scrupolo e impegno, prescindendo da etnia, religione, nazionalità, condizione sociale e ideologia politica e promuovendo l’eliminazione di ogni forma di discriminazione in campo sanitario”. Dopo le vostre segnalazioni, GAY LEX scriverà all’Ordine dei Medici per chiedere l’IMMEDIATA SOSPENSIONE del titolo che la De Mari esercita contro quel giuramento e contro i diritti dei pazienti omosessualiAncora, così incalza il profilo facebook di Gay Lex: Non solo frasi gravissime sull’omosessualità ma anche proclami contro la gpa, frasi assurde sul ruolo delle donne e inneggiamenti alle teorie riparative: per questo la dottoressa De Mari va sospesa e manderemo esposto all’Ordine dei medici ! Non si possono sottacere inoltre, le frasi estrapolate da altro social in cui si afferma in tono velatamente minaccioso che «Ci pare evidente che la dott.ssa abbia bisogno di un periodo di “riposo”. Immediato, forzato, a tempo indeterminato». Da ultimo, si segnala il post di un attivista di Gay Lex: Non è pensabile che si possa utilizzare la propria professione di medico per diffondere teorie anti-scientifiche e discriminatorie. E’ grave e pericoloso per i pazienti che entrano in contatto con questo medico, e in più infanga l’intera categoria. Per questo – dopo decine di segnalazioni – come Gay Lex abbiamo deciso di mandare un esposto all’Ordine dei medici! Trattasi di affermazioni molto gravi e profondamente lesive della dignità e della professionalità della dottoressa De Mari la quale si tutelerà e sarà assistita in tutte le competenti sedi. Per Associazione Giuristi per la Vita Segretario avv. Filippo Martin