Crea sito

Libri. E’ terminata a Roma la fiera Nazionale della Piccola e Media Editoria,

20161210_130810E’ terminata a Roma la fiera Nazionale della Piccola e Media Editoria, che si tiene ogni anno nei cinque giorni a cavallo dell’Immacolata col fine settimana.
La giornata clou quella di sabato 10 ha visto la partecipazione tra gli altri di Pif che nel pomeriggio nella sala Diamante ha tenuto un incontro con Lirio Abbate sul tema “Mafia a stelle e strisce: perché Cosa Nostra puntò tutto sugli americani” a cura di L’Espresso editoriale.
Pierfrancesco Diliberto, in arte Pif  nato a Palermo nel giugno del 1972, è stato conduttore televisivo per le Iene, oggi regista nella Fiction “La Mafia uccide solo d’estate” in onda sulla Rai. Per la prima volta nella storia del ‘cinematografo’ ha trattato la Mafia per quello che è in realtà: morte. Una mafia che incute paura perché uccide e non solo con le armi, (uccide avvelenando terreni, acqua, facendo ammalare la popolazione) ma non incute timore. Ed è proprio quel timore spesso confuso dai più giovani con rispetto, sfociava nel cinema tradizionale nell’adulazione, nella celebrazione del male, del personaggio negativo come modello da imitare e rispettare. Vedere nella fiction della Rai, l’attore di Totò Riina che farfuglia mentre bussa alla porta del sindaco di Palermo Ciancimino fa un certo effetto. Ed è quella la realtà della Mafia raccontata con sapiente ironia da Pierfrancesco Diliberto.

20161210_130949Nella mattinata l’evento più seguito è stato quello iniziale della presentazione di Left 2013 il libro di Massimo Fagioli, con l’intervento di Ilaria Bonaccorsi, Luca Fagioli, Matteo Fago e Sanda Pandza a cura di l’Asino d’oro edizioni. L’evento ha visto riempirsi come per miracolo la sala Diamante ben prima dell’apertura prevista, tanto da rendere necessaria la messa in onda in videoconferenza di una seconda sala, l’Aldus Room, per la protesta di quanti in fila fin dal mattino aspettavano di entrare nella Diamante. Ma non siamo in Inghilterra, siamo a Roma in Italia e si sa la fila nessuno vuole rispettarla. Nella Brexit se qualcuno (cosa rarissima), scavalca anche per sbaglio una fila, viene tacitamente richiamato senza troppo rumore. In Italia scoppiano risse oppure ci si ingegna a chi è più furbo nel passare davanti agli altri, senza essere scoperto. Ma torniamo all’evento Massimo Fagioli che interviene da nonno, con sapiente ironia, per ultimo dal pubblico. Prima di lui la recita in inglese dell’Otello e tante parole e concetti: “il comunismo in realtà non è ateo”, “i libri rimangono nel tempo perché non hanno una data di scadenza”, “essere o non essere-essere e non essere”. Si parla della rivista Left “… a sinistra senza troppi inganni”.
Il libro, il 22esimo è una raccolta di 50 articoli pubblicati nel 2013 sul settimanale, con una nuova premessa dell’autore che conclude l’intervento con molta ironia impegnandosi ad imparare l’inglese.

20161210_120428Successivamente nella stessa sala si è tenuto un intervento sul “Pubblicare da sè” tradotto qui italiano, per restare in tema con l’ironia di Fagioli. Il mercato del self pubblishing in Italia dopo aver bussato alla porta dell’editoria si affaccia prepotentemente sul mercato dei libri nostrani. Il pubblicare da sé era considerato una sorta di samizdat (diffusione clandestina di scritti illegali perché censurati dalle autorità o in qualche modo ostili al regime sovietico); dove per regime erano le case editrici che oggi, numeri alla mano, hanno dovuto riconoscere il ruolo del pubblicare da sé. In estrema sintesi se prima un libro aveva successo in alto, cioè grazie alla visibilità data dalle case editrici, oggi un libro arriva alle case editrici se prima ha successo a valle, rafforzando il potere contrattuale dell’autore. Sono intervenuti Vittorio Anastasia,  amministratore di Ediciclo, la casa editrice, che si rivolge principalmente al mondo degli appassionati  della bicicletta. Ha concluso l’evento la testimonianza di Francesca Monticelli che tra il 2012 e il 2013 ha pubblicato la serie di fantascienza “Deserto rosso”, ed ha avuto un notevole successo di critica e di vendita dei suoi libri.