Crea sito

Napoli, la bellezza diventa forza lavoro

(di Francesca Acceta) NAPOLI La spiaggia di Coroglio, di fronte al Carcere minorile di Nisida, è una località abbandonata a se stessa ed oggi divenuta una discarica a cielo aperto, ben lontana dai tempi floridi degli anni ’60, meta turistica, con diverse strutture balneari. È una delle spiagge libere nel napoletano, priva di controlli, sicurezza e manutenzione, alla mercé dei passanti che gettano siringhe e non rimuovono gli escrementi di animali, con rifiuti di ogni genere a causa delle imbarcazioni che riversano i loro scarti. Tutto ciò avviene in una località fantastica per l’impatto ambientale, paesaggistico e sentimentale, poiché allo sguardo riempie gli occhi d’amore ed il suono della natura emoziona l’anima, rovinata dal genere umano, incosciente ed egoista. Si tratta di una risorsa naturale che se curata, insieme con l’area ex Italsider, potrebbe divenire il “petrolio” di Napoli, per la forza lavoro a favore della popolazione locale, togliendo ulteriore manovalanza alla criminalità e offrendo speranza, dignità e civiltà agli occhi del mondo, ad un popolo speciale. È quindi indispensabile l’intervento delle istituzioni con adeguati finanziamenti.
Francesca Accetta,Giurista Specializzata in Professioni Legali,Responsabile sindacale CO.S.P. Polizia Penitenziaria