Crea sito

Napoli. Esperti di architettura sacra e Valorizzatori dei beni culturali del Mediterraneo

(ilMezzogiorno) NAPOLI Esperti di architettura sacra e Valorizzatori dei beni culturali del Mediterraneo: due Corsi di Alta Formazione alla Pontificia di Napoli. Iscrizioni online su scuolaarteteologia.it entro il 15 ottobre per “Operatore per la valorizzazione e la pastorale dei beni culturali del Mediterraneo” ed entro il 30 novembre per “Proposte per una nuova architettura sacra”. Si può diventare Esperti di architettura sacra o Valorizzatori dei beni culturali del Mediterraneo iscrivendosi ai Corsi annuali di Alta Formazione della Scuola di Alta Formazione di Arte e Teologia della Pontificia Facoltà Teologica di Napoli, sezione San Luigi. Sul sito www.scuolaarteteologia.it, tramite istanze online, è possibile formalizzare l’iscrizione entro il 15 ottobre al corso “Operatore per la valorizzazione e la pastorale dei beni culturali del Mediterraneo” ed entro il 30 novembre al secondo indirizzo della Scuola, ‘Proposte per una nuova architettura sacra’, che quest’anno sviluppa un corso inedito – “Gli edifici di culto nella città contemporanea: percorsi di progettazione” – ottenendo il riconoscimento del CNAPPC (Consiglio Nazionale degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori) per l’acquisizione di 20 crediti professionali e viene promosso con la diretta collaborazione del competente Ufficio CEI.

L’innovativa tematica del primo corso, invece, inerente all’indirizzo ‘Arte e Teologia per i Beni Culturali’ della Scuola, quest’anno riguarda “L’Arte luogo di incontri nelle culture del mediterraneo: Operatore per la valorizzazione e la pastorale dei beni culturali del Mediterraneo”. Ad integrazione dei due corsi fondamentali, la Scuola promuove i seguenti laboratori: Laboratorio per la progettazione di un Parco Culturale Ecclesiale e per il turismo religioso; Laboratorio Arte e IRC (Insegnamento religione cattolica); Laboratorio di Critica d’arte; Laboratorio di Arte e psicologia. Iscrivendosi alla Scuola di Alta Formazione di Arte e Teologia, dunque, è possibile: 1) acquisire una solida formazione di arte e teologia e approfondire i temi teologici della bellezza; 2) conseguire una competenza attestata di “Operatore per la valorizzazione dei beni culturali del Mediterraneo“, spendibile nel campo del turismo e in particolare di quello religioso, ma anche in ambiti di intervento sociale e culturale nei riguardi degli immigrati, del dialogo interreligioso e interculturale; 3) acquisire competenze di “Progettista di Parchi Culturali Ecclesiali”, figura di operatore per il quale la Scuola è polo formativo in Italia; i parchi sono una innovativa strategia di valorizzazione e promozione turistica, economica ed ecclesiale promossa dalla CEI, d’intesa con le Diocesi italiane; 4) diventare Operatore per la pastorale dell’arte e dell’architettura, per operare nelle parrocchie d’intesa con i parroci; 5) imparare ad usare l’arte come strumento didattico per l’insegnamento della religione cattolica; Tali competenze verranno tutte evidenziate nell’attestato finale. Inoltre gratuitamente gli allievi potranno partecipare al corso di Arte e psicologia, che quest’anno ricomprenderà anche elementi di musicoterapia. Le lezioni si svolgeranno a Napoli nella sede di viale Sant’Ignazio di Loyola 51. Sul sito della Scuola è possibile reperire tutte le informazioni.