Crea sito

Casamarciano Festival Nazionale di Teatro VII Edizione “Scenari Casamarciano”. Il trionfo della “Ballata Napoletana per Topi e Bambini con il “nuovo teatro Sanità”.

A Casamarciano, giovedì 7 settembre, lo spettacolo teatrale “Sonata Napoletana per Topi e Bambini”, scritto e diretto da Michele Danubio, ha registrato un grande successo nella VII Edizione di “Scenari Casamarciano”. La produzione del “nuovo teatro Sanità” ispirata alla favola “Il pifferaio magico” si è concretizzata sulla scena con la notevole preparazione attoriale di Vincenzo Antonucci, Mario Ascione, Ciro Burzo, Mariano Coletti, Arianna Cozzi, Anna De Stefano, Ilaria Di Vicino, Simone Fiorillo, Sasi Nicolella, Lino Ramaschiello e la rimarchevole partecipazione di Laura Borrelli, accompagnati dalle musiche originali di Paolo Coletta, sostenuti dalla scrittura e dalla direzione di Michele Danubio.
Cosa sia successo, 733 anni fa, ai 130 bambini di Hameln, in Bassa Sassonia, Germania, ad oggi non si sa con certezza. Tante le ipotesi: allontanati per malattia epidemica; annegati nel fiume Weser; inabissatisi in una traversata atlantica; dispersi in terre lontane; chiamati in una Crociata in Terra Santa; scappati per fondare nuove città. La successiva aggiunta dei ratti, nella trasmissione memoriale di generazioni in generazioni, ha fatto prendere il sopravvento a questi roditori nella storia appresentata. Ma è antica la paura della peste, di cui questi roditori sono vettore principale. Dai primi granai, 10.000 anni fa, al sorgere e svilupparsi delle grandi città, fino a quelle nostre attuali, i roditori si sono diffusi su tutto il pianeta Terra, pari al 41 per cento dei mammiferi esistenti e distinti in 2277 specie. I ratti a New York sono il doppio degli abitanti, oltre 16 milioni, in Italia si stimano esserci 500 milioni di roditori. A Napoli ci sarebbero 12 ratti per ogni abitante. Tornando alla storia del “Pifferario Magico” bisogna dire che studiosi, poeti, scrittori, musicisti, cantautori, mondo del cinema, della televisione e del teatro hanno trattato a modo loro quella che oramai è divenuta leggenda.

A Napoli, nel Rione Sanità, presso la Chiesa dell’Immacolata e di San Vincenzo, ha trovato suoi efficaci interpreti nei ragazzi e nelle ragazze del “nuovo teatro Sanità” che dal 2013 prende vita dall’interazione solidaristica fra Mario Gelardi, l’Associazione Culturale “Sott’o Ponte” e un gruppo di privati del Rione Sanità dove si trova la straordinaria logistica produttiva.
Questa compagnia nella sua messa in scena del “Pied Piper” o”Rattenfänger” vede, come voluto dall’autore, il nostro Pulcinella che soccorre Sindaco e Consiglieri di una malaccorta amministrazione pubblica ed incanta i ratti per un trasferimento in massa dalla città. Per la promessa e mancata ricompensa da parte della Signora Sindaca il Pulcinella “Acchiappasurice” rivolge in rappresaglia il suo canto magico ai bambini facendoli scomparire anch’essi.
Nel gioco teatrale sulle tavole del palcoscenico la fisicità, le maschere, i toni ed il ritmo recitativo gli attori le attrici hanno reso un omaggio allo spirito ispiratore del festival, quello che emana dalla storica figura del Conte Annibale Sersale, e dalla sua eroica operazione di recupero e trascrizione dei 178 canovacci nell’ultimo quarto del Seicento a testimonianza della grandiosa epoca della Commedia dell’Arte.
Domenica 10 Settembre la serata conclusiva del Gran Gala di premiazione, con la presentazione di Veronica Maya e Pietro Pignatelli. Saranno presenti la Madrina dell’evento, Mariangela D’Abbraccio e verranno assegnati i Premi alla Carriera a Paola Pitagora e Massimo Dapporto. Verranno assegnati i premi della VII edizione Scenari Casamarciano, fra le compagnie, i registi, gli attori e le attrici della prima parte del festival nazionale del teatro, in scena dal 1° a settembre. Interverranno gli attori Marco Simeoli e Francesca Nunzi. Le musiche con il Maestro Angelo Caldarelli. Saranno presenti il Sindaco Andrea Manzi, l’Assessore alla Cultura, Carmela De Stefano e l’intera Amministrazione Comunale, il Direttore artistico, Pasquale Manfredi, anche in qualità di Presidente della Giuria Tecnica composta dalla giornalista de “Il Mattino”, Carmela Maietta; dallo scenografo, Carmine Ciccone; dal drammaturgo e regista, Luigi Manfredi; dal sociologo dell’Istituto IESUS e giornalista, Antonio Castaldo.