Crea sito

BOJANO (CB) La benemerita associazione culturale “Circolo Ragno” opera dal 1972

(Giuseppe PACE).BOJANO (CB) L’Associazione socio culturale ” Circolo Ragno” esiste dal 1972 a Bojano, antica capitale del Sannio Pentro “Bovianum Vetus”. Si ricordano i Soci fondatori. Leonardo Seguino, Berardino Evangelista, Vincenzo Grato, Pietro Ruscetta, Antonio Pietrangelo, Antonio Schiavone, Pasquale Di Biase, Donato Durante. Primo Presidente fu Leonardo Seguino. Quasi tutti i Soci fondatori erano dipendenti della Società Agricola Molisana fondata dalla Regione Molise con i parlamentari Dorotei a Roma insieme aqli parlamentari del Veneto con Grigolin di Verona primo Imprenditore. Sindaco di allora a Bojano era il Dr. Gino Di Biase, oggi, invece, è Sindaco il figlio Marco. Bojano è una città epicentrale del Matese settentrionale con circa 9 mila residenti e oltre il doppio di presenti soprattutto di Sabato con il mercato settimanale.
L’attuale Presidente è Enrico Mainolfi di 74 anni, nativo di Fresagrandinaria (CH) e da 60 anni residente a Bojano. Gli oltre 100 soci del centrale Sodalizio bojanese partecipano ad attività varie come gare di pesca alla trota, gare di biliardo, gare di briscola e gite a San Giovanni Rotondo, San Michele Arcangelo, San Trifone Adelfia, Salerno, Pompei, Reggia di Caserta, ecc.. Il Circolo Ragno è un luogo accogliente con elevata ospitalità, fratellanza e rapporto amichevole con chiunque capiti nell’interno. IL Circolo si rapporta magnificamente con ogni tipo di esigenza e necessità reali. Il Sodalizio è stato fonato da Fausto Dellarni di Salcito (CB), ma residente a Roma. Egli nel chiedere il riconoscimento comunale si scontrò con una resistenza fuori luogo essendo il primo Circolo socioculturale nascente. Da allora il Circolo ha saputo svolgere una notevole funzione di aggregazione sociale equidistante da tutte le ideologie e dai partiti locali distinguendosi per l’indipendenza e la solidarietà. Si ricorda cha a Bojano la trota Fario pescata alle sorgenti del Biferno (da cui Tifernus mons o i monti del Matese)era apprezzata alla corte dei Borboni di Napoli che decretarono l’esclusività della pesca di trote riservandola alle cucine reali. Sotto l’attuale sede, anticamente scorreva uno dei rami delle sorgenti del Biferno detta Valcaturo ove le donne bojanesi lavavano i panni sporchi. Siamo nella piana di Bojano a circa 50 metri di quota. A Bojano scorre acqua da tutte le parti e il bue sacro ai Sabini stazionò a Bojano nell’VIII sec. a. C. causa la nascita della città rievocata da circa 20 anni con il VER SACRUM voluto dalla FIDAPA (Federazione italiana Arti e Professioni), Sezione di Bojano. Lo scrivente che frequenta Bojano da 45 anni e con moglie bojanese è stato introdotto nel Circolo Ragno dal cittadino onorario di Bojano, Dr. in Criminologia, Ricercatore archeologico dei Sanniti (Caraceni, Pentri, Caudini, Frentani, Irpini), Maresciallo capo dei Crabinieri, Cavaliere dell’Ordine al Meritpo della Repubblica Italiana, Cavaliere d’Ufficio del SMO.(Sovrano Militare Ordine Costantiniano di San Giorgio), Guardia d’Onore alle Reali Tombe del Pantheon, Anacleto Goffredo DEL P’INTO, di origine abruzzese, ma trapiantato dai cugini molisani da mezzo secolo. Lo scrivente è Autore di un recente libro “Piedimonte M. e Letino tra Campania e Sannio”, Energie Culturali Contemporanee Editrice, Padova 2011, che tratta anche di Bovianum Vetus e di Sannio regione storica da attuare come regione anche amministrativa comprendendo i territori del Molise, del Beneventano ed Alto Casertano per una popolazione di circa un milione di abitanti e non solo di 330 mila molisani attuali.. Ci si augura che il Circolo Ragno di Bojano legga il libro e inviti l’Autore a presentarlo in futuro con Del Pinto introduttore..