Crea sito

Napoli. Ecco come si svolgerà il flash mob contro i ritardi nella riapertura della funicolare Centrale

(ilMezzogiorno) NAPOLI Sabato 10 giugno 2017, ore 11:00, in piazza Fuga. Diciamo: “ Basta ai ritardi per la riapertura della funicolare Centrale “, chiusa dal 1° agosto 2016,  dopo che sono ampiamente scaduti i 300 giorni previsti e indicati per l’esecuzione dei lavori. Flash-mob, sabato 10 giugno, dalle ore 11,00 in piazza Fuga, nei pressi della stazione superiore della funicolare Centrale.  Gennaro Capodanno, presidente del Comitato Valori collinari e del Comitato per il trasporto pubblico, ricorda a tutti i partecipanti che l’appuntamento resta fissato per sabato 10 giugno 2017, alle ore 11,00, in piazza Fuga al Vomero, nei pressi della stazione superiore della funicolare Centrale, per dire basta alle chiacchiere e ai ritardi nella riapertura dell’importante impianto a fune. “Vogliamo fatti e non parole”. Illustrate  anche  le modalità con le quali si svolgerà la manifestazione. “Ad un segnale – ha spiegato Capodanno – tutti i partecipanti intoneranno, reiterandolo, il seguente ritornello della nota melodia napoletana ” Funiculì, funicula “: Jamme, jamme, ‘Ncoppa jamme, jà! Jamme, jamme, ‘Ncoppa jamme, jà! Funiculì, funiculà, Funiculì, funiculà! ‘Ncoppa jamme, jà, Funiculì, funiculà! rimanendo fermi per simulare il blocco della funicolare Centrale, blocco che, da oltre dieci mesi, non consente il trasporto degli oltre 28mila passeggeri che, mediamente, nei giorni feriali, utilizzano il fondamentale, per il trasporto pubblico locale, impianto a fune. L’azione sarà ripetuta diverse volte “.  ” La scelta della melodia napoletana non è casuale – puntualizza Capodanno -. Come ricordano le cronache dell’epoca, nei primi anni  della sua realizzazione la funicolare vesuviana, inaugurata nel 1880, non  riscosse grande successo. Si pensò dunque, per incentivare le persone a utilizzarla, di pubblicizzarla anche con le note della canzone napoletana scritta, nello stesso anno,  dal giornalista Giuseppe Turco e musicata da Luigi Denza. Confidiamo dunque che allo stesso modo quell’esortazione incalzante: “jamme jamme” possa costituire un monito e un sollecito pressante, rivolto all’amministrazione comunale partenopea, per fare in fretta e riaprire in tempi rapidi la funicolare Centrale, la cui chiusura, non ulteriormente procrastinabile, ma che si protrae da oltre 300 giorni ha già prodotto notevoli difficoltà e danni sia ai viaggiatori, privati di un mezzo di trasporto pubblico, rapido e sicuro, sia alle attività commerciali presenti in zona, in sofferenza per la conseguente desertificazione delle aree circostanti  “. Nell’occasione saranno illustrate anche altre iniziative, in programma nei prossimi giorni e fino a quando l’impianto non sarà riaperto al pubblico, a partire da una petizione online, indirizzata al Comune di Napoli,  già presente suk sito: https://secure.avaaz.org/it/petition/Al_Comune_di_Napoli_Napoli_riaprite_al_pubblico_la_funicolare_Centrale/