Crea sito

Caserta. Francesco Soverina presenta “Il caso Bracco, una ferita non sanata”

(Caserta24ore Caserta) Sarà presentato mercoledì 12 aprile, con inizio alle ore 18, presso la Libreria Pacifico, in via Alois a Caserta. il libro di Francesco Soverina Il caso Bracco, una ferita non sanata, (Polidoro, 2017). Alla manifestazione realizzata con la collaborazione del Centro Studi Francesco Daniele – ICSR “Vera Lombardi”, parteciperanno: l’autore. Francesco Soverina, lo storico Felicio Corvese, Aurelia del Vecchio, nipote di Roberto Bracco e Antonio Grieco critico letterario. Roberto Bracco è un grande drammaturgo che è stato del tutto dimenticato, nonostante il successo e la fama internazionale riscossi agli inizi del Novecento. Insieme a Pirandello fu il principale interprete del rinnovamento del teatro italiano, proponendo anche, attraverso una continua sperimentazione, tecniche che anticipavano di qualche anno quello che in Francia si sarebbe affermato come «teatro del silenzio». Un intellettuale che avrebbe lasciato un segno nella storia se non fosse stato per la persecuzione cui fu sottoposto dal fascismo, al quale si mostrò sempre irriducibilmente avverso. Privato della possibilità di ricevere il premio Nobel per il boicottaggio messo in atto nei suoi confronti dal governo fascista, Bracco morì povero nella primavera del 1943. Oggi Roberto Bracco è oggetto di nuovi studi e ricerche che lo pongono al centro di un vero e proprio caso culturale, volto a far conoscere un intellettuale di primo piano del Novecento europeo, nei cui confronti si è attuata un’intollerabile damnatio memoriae .