Crea sito

Salerno. “1861 – LA BRUTALE VERITÀ del brigantaggio

(Caserta24ore) Salerno. L’Unità d’Italia ed il fenomeno del brigantaggio, a più di 150 anni dalla nascita della nazione unita il teatro torna a riaprire quelle pagine e lo fa con lo spettacolo “1861 – la brutale verità”, tratto dall’omonimo libro di Michele Carilli per la regia dello stesso Carilli e di Lorenzo Praticò. Ad aprire il sipario su questo spaccato italiano è il Festival “Teatro XS” Città di Salerno, in corso al Teatro Genovesi di Salerno. A salire sul palco, domenica 10 aprile alle ore 19, sarà la Compagnia CarMa – Risurrezione Meridionale di Reggio Calabria.“Un popolo senza storia è come un albero senza radici: è destinato a morire!” è la frase che campeggia sul manifesto del sesto spettacolo selezionato dalla Compagnia dell’Eclissi che del festival cura l’organizzazione in collaborazione con l’Istituto d’Istruzione Superiore Statale “Genovesi – Da Vinci”, guidato dal dirigente Nicola Annunziata, ed il patrocinio del Comune di Salerno, della Fondazione Cassa di Risparmio Salernitana, l’Ente Provinciale per il Turismo di Salerno, le Soroptimist del Club Sezione Salerno e la U.I.L.T. (Unione Italiana Libero Teatro). “Siamo stati un grande popolo, abbiamo una grande storia. Non c’era alcun bisogno che arrivasse Garibaldi per insegnarci la libertà, sapevamo difenderla per antiche virtù, l’avevamo difesa in cento passaggi della storia. Siamo stati grandi quanto gli altri, qualche volta più degli altri. Siamo stati civili quanto gli altri, qualche volta più degli altri. Il nostro passato non è lontano millenni, come si racconta, ma solo centocinquant’anni. E’ necessario che la coltre di bugie che circonda la nostra identità collettiva sia fugata. La consapevolezza del passato ci aprirà gli occhi e ci permetterà di guardare al futuro!” (dal libro di Michele Carilli “La brutale verità”).IL CARTELLONE. Lo spettacolo fuori concorso, in calendario domenica 17 aprile, con Accura Teatro di Marsala, “A Testa Sutta” diretto ed interpretato da Giovanni Carta, è stato spostato a sabato 30 aprile, alle ore 21.15. Questo cambio è stato necessario perché l’Istituto Genovesi – Da Vinci di Salerno è sede elettorale. “A testa sutta” ha vinto il primo Festival MonoDrama di Sala Consilina; la scelta di inserirlo in cartellone è scaturita dalla rete nata tra la Cantina delle Arti, curatrice della neonata rassegna salernitana, e la Compagnia dell’Eclissi. La serata di premiazione si terrà domenica 1° maggio, data per la quale è stata prevista la messa in scena di “Mamma: piccole tragedie minimali” di Annibale Ruccello con la Compagnia MaTremo Teatro di Napoli, per l’adattamento di Angela Garofalo e Monica Palomby. I premi assegnati ai vincitori consisteranno in pregevoli sculture di Roberto Lombardi, in arte Don Qi. Gli spettacoli la domenica alle ore 19.00. Info e prenotazioni: 3476178242