Crea sito

Grazzanise. IL 9° STORMO SBARCA IN EMILIA ROMAGNA

(Caserta24ore) GRAZZANISE Elicotteri hh212 e Fucilieri del 9° Stormo di Grazzanise sono appena rientrati dall’importante evento addestrativo svoltosi dal 22 giugno al 3 luglio presso 1ª Brigata Aerea Operazioni Speciali, con sede sull’aeroporto m​​ilitare di Cervia (RA) denominato “Force Protection Scaglia 2015”,
il cui obiettivo primario è stato quello di accrescere le capacità della Forza Armata nel settore della Protezione delle Forze.L’attività addestrativa ha infatti rappresentato per i Fucilieri e gli equipaggi di volo della base casertana un’occasione unica per l’integrazione di diverse capacità operative, comprendendo tra queste non solo quelle direttamente coinvolte nell’attività di Force Protection, ma anche vari assetti di volo ad ala fissa e ad ala rotante, nonché elementi capacitivi di Combat Service Support. ​Particolarmente soddisfatto il Comandante del 9° Stormo, Colonnello Pilota Ivan Mignogna che ancora una volta ha espresso il proprio compiacimento per la professionalità dimostrata dagli uomini del 9° Stormo e per l’estrema competenza dimostrata per un evento esercitativo di elevata complessità operativa: ”L’esercitazione Scaglia – ha evidenziato il Colonnello MIgnogna – costituisce un’importante occasione per vedere all’opera le nostre componenti operative che mettono in campo la loro professionalità, in maniera sinergica, in un contesto estremamente specializzato ed altamente sofisticato”.

All’addestramento, oltre ai Fucilieri dell’aria ed ai velivoli HH212 del 9° Stormo di Grazzanise hanno preso pa diversi Reparti dell’Aeronautica Militare tra cui il 16° Stormo di Martina Franca (Ta) con personale Fuciliere dell’Aria, il 15° Stormo Combat S.A.R. (Search and Rescue – Ricerca e Soccorso) di Cervia con elicotteri HH-139, il Centro Cinofili di Grosseto, la 46ª Brigata Aerea di Pisa con il velivolo C-130J.
L’attività svolta è stata molto intensa e tutti gli operatori coinvolti, provenienti, come detto, da realtà eterogenee e con capacità sia basiche sia avanzate, hanno operato in maniera armonica e sinergica nell’ambito di uno scenario piuttosto complesso e articolato dal punto di vista del livello della minaccia da contrastare.