Crea sito

Napoli. Strisce blu. Troppe le occupazioni abusive. Utilizzate anche per pubblicità illegali.

(Caserta24ore) NAPOLI Il caso limite del lungomare. Un quarto dei posti gestito in modo irregolare. “Le aree di sosta a strisce blu stanno diventando sempre più terra di conquista da parte di soggetti che le utilizzano per fini di lucro, gestendo di fatto illegalmente circa un quarto dei posti disponibili . A partire dai parcheggiatori abusivi che in molte zone della città le ‘gestiscono’ in proprio ricattando gli automobilisti, per continuare con alcuni garage privati che le considerano estensioni naturali della loro attività. Sempre più spesso si assiste al fenomeno dell’occupazione per fini pubblicitari con strutture mobili sulle quali sono esposti cartelloni con annunci che vengono lasciate per intere giornate nelle strisce blu aggirando così i costi di affissione. Addirittura le soste nei pressi del lungomare sono occupate in parte da mezzi pubblicitari illegalmente parcheggiati sulle strisce blu e che ovviamente non pagano alcun pedaggio. Sono tutti fenomeni che causano ammanchi consistenti alle casse del comune, sui quali si deve intervenire con la massima celerità per evitare che diventino prassi consolidate in molte strade della città”. Lo ha dichiarato il consigliere regionale dei Verdi, Francesco Emilio Borrelli con quello comunale del Sole che Ride Marco Gaudini.