Crea sito

Salerno. “La governante” di Vitaliano Brancati

(ilMezzogiorno) Salerno. La critica l’ha definito un testo eretico ed atipico del Novecento italiano quello scritto da Vitaliano Brancati, “La governante”. E sabato 11 febbraio, alle ore 21.15, il dramma in tre anni del 1952 torna in scena con la prima firmata Compagnia dell’Eclissi. La regia è di Marcello Andria. A calcare le scene saranno Marianna Esposito in Caterina Leher, Enzo Tota in Leopoldo Platania, Marco De Simone in Enrico figlio di Leopoldo, Marica De Vita nei panni di Elena moglie di Enrico, Mario De Caro per il personaggio dello scrittore Alessandro Bonivaglia, Annalaura Mauriello in Jana e Giorgia Casciello in Francesca. La direzione artistica è di Felice Avella; la scenografia di Luca Capogrosso; la direzione di scena ed i costumi di Angela Guerra. Scritta nel 1952, La governante irruppe con un forte impatto nell’Italia perbenista e bigotta di quegli anni. La cronaca vuole che sia stato Giulio Andreotti, allora sottosegretario con delega allo spettacolo, a sancirne l’interdizione dai palcoscenici italiani. Scomparso prematuramente l’autore nel 1954, la pièce debuttò a Parigi solo nel 1963 (grazie alle pressioni esercitate da Luchino Visconti); di poco successiva la prima, storica messinscena italiana (22 gennaio 1965) diretta da Giuseppe Patroni Griffi con Anna Proclemer, moglie di Brancati, nel ruolo di Caterina Leher e Gianrico Tedeschi in quello di Leopoldo Platania. Ha conosciuto in seguito molti altri rilevanti allestimenti, fra cui quelli con Carla Gravina e Turi Ferro (Squarzina, 1984), con Andrea Jonasson e Pippo Pattavina (Pagliaro, 2003), con Giovanna Di Rauso e ancora Pattavina (Scaparro, 2012).

 

Domenica 12 febbraio, alle ore 19, il sipario del Teatro Genovesi di Salerno si aprirà per l’ensemble “Malvarosa”, fondato da Maurizio Cogliani, che proporrà un recital di canzoni classiche napoletane. A salire sul palco saranno Marino Cogliani (chitarra, mandolino), Luigi Cogliani (chitarra), Maurizio Cuomo (chitarra) e Mimma Virtuoso (voce). L’intero incasso della serata sarà devoluto al Festival Nazionale “Teatro XS” Città di Salerno, giunto quest’anno alla nona edizione. Il taglio del nastro ci sarà domenica 19 febbraio, alle ore 19, con lo spettacolo “Sono le storie che fanno ancora paura ai mafiosi” con la compagnia Teatroltre di Sciacca.

 

 

Gli spettacoli il sabato hanno inizio alle ore 21.15, la domenica alle ore 19.00. Info e prenotazioni: 3476178242www.compagniadelleclissi.eu Ingresso singolo spettacolo, 10 euro. Il teatro è climatizzato e dotato di parcheggio riservato gratuito.