Crea sito

Napoli. Muore per difendere una cliente da un rapinatore

Antonio Ferraro è morto per salvare una cliente dalle grinfie del rapinatore. Fuori al negozio in tanti lasciano fiori e messaggi. Appello al Quartiere dei Verdi: “aiutate le forze dell’ordine a trovare il colpevole. Poteva essere una strage. A quell’ora per strada c’erano tante famiglie e bambini”.–
Le immagini delle telecamere di sorveglianza della ferrovia Cumana, in piazza Montesanto, a Napoli, potranno fornire un contributo alle indagini della Polizia dopo la morte, giovedì sera, di un salumiere, Antonio Ferraro, di 64 anni, morto per un infarto dopo un tentativo di rapina nel suo esercizio. L’uomo ha avvertito un malore nella colluttazione con un bandito, che impugnava un’arma. Intanto non ferma la fiumana di persone che lasciano fuori alla saracinesca abbassata del negozio fiori, lumini e anche bigliettini di condoglianze. Il rappresentante del dipartimento legalità dei Verdi napoletani Michele Onorato ha affisso stamane un cartello proprio fuori al negozio della vittima per ricordarlo e spronare il quartiere ad aiutare le forze dell’ordine nel catturare i delinquenti.

“Antonio ci mancherai. Eri un commerciante unico. Una istituzione per il quartiere di Montesanto. Ti ricordo – spiega commoso Onorato che conosceva bene la vittima essendo del quartiere – da bambino quando ci accoglievi nella tua bottega e ci insegnavi a parlare in italiano. Sei sempre stato disponibile e tanto educato. Aprivi alle 10 del mattino chiudevi alle 22,30. Il lavoro per lui era tutta la sua vita che ha dedicato alla sua famiglia numerosa. 5 figli sono rimasti orfani per mano di delinquenti senza scrupoli. Tu sei il nostro eroe perchè hai avuto il coraggio di reagire e di non cedere ai criminali”.

“Lanciamo un appello al quartiere. Aiutate le forze dell’ordine a prendere l’assassino di Antonio. Ribellatevi. Altrimenti gli assassini un domani potrebbero colpire ancora. Non dimentichiamo che la rapina si è svolta alle 19,30 circa con le piazze e le strade del quartiere piene di gente, bambini, famiglie, anziani e mamme con i passeggini. Poteva essere una strage. Bisogna fermare questo criminale prima che uccida un altro innocente” dichiara il consigliere regionale dei Verdi Francesco Emilio Borrelli.