Crea sito

Diocesi. A Calvi e Teano si tenta il recupero dei beni diocesiani

Lo scorso 3 settembre 2018 la Diocesi di Teano-Calvi e il Consorzio di Comuni Laocoonte hanno avuto modo di confrontarsi, durante un incontro ufficiale, sulla possibilità di stipulare un protocollo d’intesa per la promozione delle attività di valorizzazione del patrimonio edilizio diocesano. All’incontro erano presenti il Vescovo S. E. Mons. Giacomo Cirulli e il suo Vicario, il Presidente della Laocoonte S.c.p.a Dott. Maurizio Simone e il Direttore dello stesso Consorzio Arch. Mariano Nuzzo. Si è discusso dell’inclusione degli edifici religiosi di rilevanza storico-artistica nel database dei beni culturali locali che il gruppo di ricerca del Consorzio sta sistematizzando per valutare diversi e possibili progetti di fattibilità volti al recupero e alla valorizzazione dell’edilizia storica. Il Presidente Maurizio Simone ha spiegato che «dopo l’App Laocoonte City Tour e la realizzazione della cartellonistica per promuovere la conoscenza delle eccellenze architettoniche e attrarre turisti nell’Alto Casertano, il Consorzio sta ora sviluppando un innovativo software in grado di supportare i tecnici locali nella gestione di progetti di fattibilità per gli edifici storici». L’Arch. Mariano Nuzzo, coordinatore del progetto di ricerca finanziato dalla Regione Campania, spiega che «il software potrà essere messo a disposizione delle Diocesi e delle Amministrazioni afferenti al Consorzio e sarà utile strumento di attenta programmazione degli interventi di valorizzazione candidabili a tutti quei finanziamenti, volti alla promozione culturale e turistica, che negli ultimi tempi sono stati avviati in Campania e sul territorio nazionale». Lo stesso Vicario del Vescovo, nel mostrare particolare interesse alle attività di ricerca svolte da Progetto Laocoonte, ha auspicato la possibilità di destinare presto personale preposto all’apertura dei monumenti già censiti dal Consorzio.