Crea sito

Benedetta Pieri ha pubblicato “Youth – giovinezza”, un inno all’adolescenza

(di Giuseppina Faella) Youth è una raccolta di impressioni e idee sulla vita a firma di Benedetta Pieri che, attraverso i suoi versi racconta il suo personale modo di percepire l’esistere e gli impulsi dell’anima.
Il libro, scritto in inglese con traduzione in italiano ed illustrato da Edoardo Pieri che è anche il fratello
dell’autrice è scritto da un’adolescente per gli adolescenti, non soltanto a chi lo è attualmente, ma anche a chi
adolescente lo è stato, facendo appello al ragazzino che si trova dentro ciascuno di noi.
Prendetevi del tempo tuto per voi, mettetevi comodi. Cominciate a leggere, con gli occhi ed il cuore. Con
calma, una parola alla volta, per assaporare ogni sentimento che emergerà da queste poesie forti, ma allo
stesso tempo fragili; semplici, ma efficaci e, sopratutto, ad alto impatto emotivo.

Tramite uno stile caratterizzato dal sentimento di chi vuole trasmettere sentimento puro, le poesie di
Benedetta, toccano nel profondo. Ci trascinano dolcemente in uno spazio fuori dal mondo, dentro di noi.
Proprio perchè questi scritti vengono direttamente dal cuore, per arrivare nel nostro.
Si, perchè sono animate dalla carica e dalla passione tipiche di un periodo molto importante della vita:
l’adolescenza. Una fase transitoria della vita, ma così intensa e ricca di significato, da non poter essere
dimenticata facilmente. è quel periodo in cui tutto viene vissuto in modo amplificato.
E le esperienze fisico-emotivo di questi particolari anni di vita dell’autrice vengono trasportati sulla carta,
con forza e intensità.  Le parole e le descrizioni rispecchiano fedelmente le sensazioni, i sentimenti, le esperienze quotidiane che tutti noi viviamo e che provocano in noi stati d’animo e sentimenti che ci rimangono impressi. Grazie a Benedetta possiamo farli rivivere in noi con una lettura coinvolgente.
Queste poesie servono proprio a ricordarci quanto le emozioni siano importanti; come una semplice
esperienza, all’apparenza banale o poco significativa, può traformarsi invece in una grande emozione. Ci
insegnano a guardare il mondo e a metterlo nel nostro cuore. Benedetta ci stimola a vivere ogni attimo, ogni
sentimento; anche quelli più dolorosi come l’odio, o la confusione che si prova nel non conoscere a pieno la
vita. Ma assieme a lei possiamo scoprire come tutto può darci tanto. Niente di ciò che ci circonda viene
trascurato dall’autrice, tutto viene analizzato dettagliatamente. amori, stati d’animo, esperienze, sogni, realtà,
fantasia. Questo ci porta a scoprire il mondo con gli occhi e il cuore della poetessa, ma ci induce anche a vedere come la realtà può essere osservata sotto diverse sfumature. A cogliere l’essenza di ogni momento, perchè unico e irripetibile, come la vita stessa.
Im not fragile
Like glass anymore
Im fragile
Like a bomb
– I’m exhausted
In questa breve poesia, una di quelle che mi sono rimaste nel cuore della raccolta, ritrovo tutta l’essenza di
una ragazzina di soli 15 anni che riesce, con perizia e allo stesso tempo ingenuità, a esternare tutte le
difficoltà, le emozioni, i conflitti del momento di crescita.
Youth – giovinezza, un inno all’adolescenza in tutte le sue sfumature, catturata dai versi liberi della poetessa
presente in quest’opera. Se hai preso in mano questo libro, sai perfettamente che per le ragazzine l’adolescenza è un periodo speciale: le metaforiche selve oscure attraverso cui ognuno di loro deve camminare.
Non possiamo controllare il mondo che le ragazze abiteranno o contribuiranno a creare, ma se potessimo
regalar loro un incantesimo da tenere in tasca, sarebbe il coraggio.
Invece che una spada, ecco qui un libro. Dentro vi troverai poesie che ti emozioneranno e ti faranno
sorridere, poesie che piangeranno e soffriranno insieme a te; poesie che ti ispireranno, e ti daranno quel che ti
serve per affrontare la vita con grazia e fegato. Sono le poesie che avremmo voluto scrivere quando eravamo
più giovani.
Il testo a fronte permette al lettore di mettere a confronto le due lingue, raggiungendo il cuore dell’opera e
permettendoci di comprendere quali sono state le scelte dell’autrice nella trasposizione dall’inglese
all’italiano. Usare il testo a fronte è una delle caratteristiche che dà una marcia in più a questa raccolta, è
come tuffarsi tra le parole e accorgersi di quanto sia meraviglioso lasciarsi trasportare dal loro significato, dai
suoni e dal ritmo. Questo è dovuto anche alla scelta di versi liberi che incarnano l’essenza di un periodo
intenso come quello dell’adolescenza. A volte i versi graffiano, portano con sè un uragano di emozioni e pensieri, qualcosa di così profondo e inarrestabile che sembra essere capace di sconvolgere chiunque.
Everytime
I begged you
To spend more time with me
And you said/ You couldn’t/
You blamed the time/
I blamed your priorities
– I wasn’t worth your time
Altre volte sono crudi, si mostrano in tutto il loro realismo ed è per questo che riescono a penetrare fino in
fondo.
Everytime
I think about
Hurting Myself
I remember
That the world
Gives me already
Enough pain
– I don’t need more
Ci sono volte invece in cui il ritmo cambia, trasformando in versi malinconiche testimonianze.
Everytime
I make my mother cry
I look at the mirror
And see
My father/
Suddently I hate myself more
– Like father like daughter
In qualunque cosa decidano di trasformarsi i versi è chiaro che quello che li accomuna è il coraggio, quella
strana forza invisibile che prende il possesso del nostro corpo quando abbiamo paura di fare qualcosa,
dandoci quel pizzico di fiducia in noi stessi necessaria a portare a termine ogni cosa.
Questa raccolta di poesie è come un’altalena emotiva che dipinge con pennellate a tinte forti una matassa di
luci e di ombre, accentuando l’una e l’altra senza esclusioni di colpi. E’ questo che rende la lettura
coinvolgente, il sapere che c’è una o più poesie che racconta o che ha raccontato una parte importante di noi.
Dietro ad ogni verso, dietro ad ogni poesia c’è lei, Benedetta, Benny per chi le vuole bene, una giovanissima
adolescente che ha attraversa durante il suo breve percorso di vita più di una battuta di arresto, ma che mai si
è arresa, per quanto difficile ha continuato a lottare ed ha le idee chiare.
Racchiudendo le sue poesie “giovanili” in questo volume è come se ci raccontasse il suo percorso di vita, che
la conduce ad essere più matura, più forte, meno…adolescente. Ognuno di noi non dovrebbe mai dimenticare
o rinnegare la sua adolescenza. Leggendo i versi di Benedetta, io ci ho rivisto tanto di quella me che ero a quindici anni…piena di ideali, tronfia in un desiderio di Amare e di Essere amata, e in continua ricerca di sentori, sapori da filtrare, intercettare e tradurre. Non ridete dei sentimenti adolescenziali: li abbiamo provati e ne abbiamo portato il peso come fossero oneri, o gerle sulla schiena. Sorriderne oggi significa riconoscerli, accettarli e accettare di essere cambiati. Ho seguito con intensità la genesi di questo libro, sorridendo, disperando, rivivendomi a quindici anni … Brava Benny: sei riuscita a farmi guardar con occhio benevolo anche un po’ della mia adolescenza!