Crea sito

Napoli. Medico di base e persona anziana aggrediti ai Quartieri Spagnoli da una paziente

(Caserta24ore) NAPOLI Medico di base e persona anziana aggrediti ai Quartieri Spagnoli da una paziente. Borrelli: “ci sono aree di Napoli dove i violenti, i prepotenti e i delinquenti sono oramai maggioranza assoluta. Onore ai medici di trincea”. Ancora una violenza verso i medici. Lo racconta la pagina fb Nessuno Tocchi Ippocratespecificando che un medico di base e una persona anziana sono stati aggrediti. Ecco il racconto:
“Questa mattina sono stato aggredito nel mio studio da una paziente che dopo aver fatto la trafila per l’esenzione E02 , e dopo un ricovero ospedaliero al Cotugno e aver ricevuto la prescrizione di analisi chimicocliniche giovedì scorso, oggi pretendeva di nuovo le stesse analisi con la data di oggi perché il laboratorio al quale si è rivolta le ha detto che solo le analisi prescritte oggi sarebbero state gratis, esenzione E02 poiché era finito lo sciopero della Regione Campania. Dopo essere andata fuori di testa ha pure picchiato un paziente anziano in sala d’attesa con la pretesa di entrare prima di lui , questa situazione è molto incresciosa e grave per noi medici di famiglia alle prese con la burocrazia, siamo stanchi di lavorare in questa condizione , nei Quartieri Spagnoli della città di Napoli, noi medici siamo in trincea.. O.D.M.medico di famiglia .” “In alcune aree della città di Napoli bisogna prendere atto che i delinquenti, i violenti e i prepotenti sono maggioranza assoluta e diventa sempre più difficile vivere, lavorare e vivere. Bisogna avviare un’azione drastica di contrasto perchè il rischio è la desertificazione totale e la trasformazione di interi quartieri in terre di nessuno. Ai medici di trincea va la nostra totale solidarietà e sostegno” dichiara il consigliere regionale dei Verdi Francesco Emilio Borrelli membro della commissione Sanità.