Crea sito

TEANO. Foscolo, gli alunni ripuliscono il campo di calcio dalle sterpaglie

(Caserta24ore) TEANO Gli operai della Provincia non arrivano e gli alunni delle classi quinte, di pomeriggio, ripuliscono il campo di calcio della scuola, dedicato ad Antonello Feola, dalle erbacce e dalle sterpaglie. Con il tempo infatti, attorno e dentro il campo di calcio della sede Foscolo di Teano era crescita una folta vegetazione: tutto il manto erboso era sconnesso, tra buche e arbusti di ogni tipo. Per riprendere le attività di educazione Fisica giocando a calcio è stato necessario chiedere aiuto alla Provincia ed in modo particolare al presidente dell’Agis, l’Agenzia provinciale che si interessa delle strutture sportive scolastiche casertane, dalle palestre alle piscine ai campi di pallavolo e di calcio. Ma dopo settimane di attesa di una visita, sono intervrenuti direttamente gli alunni, in orario pomeridiamo ed extrascolastico con propri mezzi, per ripulire il campo di calcio della scuola dalla vegetazione e dalle sterparglie e renderlo agibile per l’attività sportiva. Perttanto, su propria iniziativa, quattro alunni del Foscolo, nei due pomeriggi di mercoledì e giovedì scorso hanno rupulito tutta l’area del campo sportivo della sede Foscolo di Teano dalla vegetazione spontanea che non solo assediava l’area e la scuola ma rendeva la zona a rischio incendio. Tutto il pomeriggio fino al sera, animati di tanta buona volontà, gli alunni Monteforte Anthony e Alessandro Capuano della classe 5^ Geometra, Nicola Melese della classe 5^B Liceo Scienze Applicate e Giuseppe Canzano della classe 4^ A Ragioneria, hanno ripulito dalla vegetazione spontanea sia il campo di calcio della scuola sia il piazzale davanti al cancello che la Provincia e l’Agis avrebbero dovuto preoccuparsi di ripulire e rendere agibile per permetterne il regolare utilizzo da parte degli studenti nell’ora di educazione motoria. Pertanto, in assenza della Provincia, sono stati gli stessi alunni della scuola che, gratuitamente e con promi mezzi (tagliaerbe e taglieri vari), hanno lavorato fino a sera anche sotto il sole. Un impegno non indifferente che il preside Paolo Mesolella non poteva non evidenziare ringraziando gli alunni per la collaborazione prestata nell’interesse loro e della scuola.

l