Crea sito

Giovani e alcool. La morte di Nicola non ha insegnato nulla.

(Caserta24ore) NAPOLI Giardinetti Nino Taranto lo specchio di una gioventù che cerca lo sballo. I minorenni che finiscono in coma etilico vanno allontanati dalle famiglie “La morte di Nicola Marra non ha insegnato nulla e i giovani continuano a cercare lo sballo a ogni costo, bevendo alcolici e super alcolici”.
Lo hanno detto i Verdi, con il consigliere regionale Francesco Emilio Borrelli e il consigliere di Municipalità, Gianni Caselli, per i quali “le conseguenze delle notti da sballo sono evidenti in diverse zone di Napoli e provincia, a cominciare dai giardinetti dedicati a Nino Taranto in via Aniello Falcone che, anche questa mattina, presentavano uno spettacolo indegno con bottiglie e, addirittura, damigiane vuote”.
“Serve un’azione di controllo straordinaria che vieti la vendita di alcolici e superalcolici dopo una certa ora e bisogna intensificare i controlli sulla vendita ai minorenni perché, purtroppo, si comincia sempre più giovani a bere e a ubriacarsi” hanno aggiunto i Verdi per i quali “è necessario anche un maggior controllo da parte dei genitori che, troppo spesso, abdicano al loro ruolo di educatori”.
“A questo punto si deve pensare anche all’allontanamento dalle famiglie di origine di quei minorenni che vengono ritrovati ubriachi o che vengono addirittura ricoverati in coma etilico, a meno che i genitori non garantiscano l’avvio di un percorso di recupero dei loro figli” hanno concluso i Verdi.