Crea sito

Baby gang. Borrelli. Arresti clan Gionta confermano uso dei giovanissimi. Allontanare subito i figli dalle famiglie dei camorristi

“L’ultima inchiesta che ha portato all’arresto di esponenti del clan Gionta di Torre Annunziata conferma che i camorristi stanno abbassando sempre di più l’età delle prime affiliazioni approfittando, evidentemente, del fenomeno delle baby gang che, sempre più, stanno diventando una sorta di scuola di formazione per camorristi”.
Lo ha detto il consigliere regionale dei Verdi, Francesco Emilio Borrelli, per il quale “è un’ulteriore conferma che bisogna intervenire con forza per eliminare del tutto le baby gang per non dare alla camorra la possibilità di formare affiliati pescando tra i giovanissimi”.
“E per fermare le baby gang bisogna intervenire con la massima fermezza e arrivare finalmente all’allontanamento dalle famiglie di origine dei componenti delle baby gang” ha aggiunto Borrelli per il quale “se ragazzini, spesso addirittura bambini, se ne vanno in giro a commettere reati è evidente la mancanza di riferimenti positivi in famiglia e che quelle stesse famiglie, spesso appartenenti a clan camorristici, non sono in grado di dargli la giusta educazione e quindi è giusto che i genitori perdano la patria potestà”.