Crea sito

Afragola. I mille volti di Sant’Antonio

(ilMezzogiorno) Afragola (Na) Il Comune di Afragola, in collaborazione con la Provincia Napoletana del SS. Cuore di Gesù dell’Ordine dei Frati Minori e l’Associazione San Bonaventura Onlus, ha organizzato la manifestazione: Sant’Antonio: i mille volti di una devozione”Dal 05 al 12 Gennaio 2017 presso la Pontificia Basilica di Sant’Antonio e il Viale Sant’Antonio in Afragola si terranno momenti liturgici, spettacoli, cicli di conferenze e convegni. L’evento che sancirà il gemellaggio tra le città di Lisbona e Afragola, legate dal culto e dalla devozione per il Santo, è stato fortemente voluto dal Sindaco On. Domenico Tuccillo. Il giorno 06 Gennaio, per la solenne celebrazione eucaristica dell’Epifania con il tradizionale bacio del Bambin Gesù di Sant’Antonio, interverrà una delegazione dal Portogallo guidata dal Ministro della provincia minoritica dei Santi Martiri del Marocco e del Portogallo M. R. P. Fra Armindo de Jesus Ferreira Carvalho che concelebrerà insieme con il Ministro della provincia napoletana del SS. Cuore di Gesù dell’Ordine dei Frati Minori, M.R.P. Fra Carlo Maria D’Amodio. Dal 07 al 11 Gennaio si terrà nelle sale della Basilica la mostra “I tesori di Sant’Antonio”. Sarà presentato ai visitatori un percorso storico-devozionale che metterà in risalto il legame tra i fedeli e il Santo attraverso i preziosi oggetti che i Frati della Pontificia Basilica di Sant’Antonio hanno custodito nel corso dei secoli: ex voto, ostensori, reliquiari, casule e pianete, tele e statue, e alcune delle cotte fatte indossare alla statua del Santo nel corso degli ultimi decenni. Nell’occasione sarà possibile visitare la mostra multimediale della biblioteca conventuale. Domenica 08 Gennaio, il noto artista Lello Esposito presenterà l’installazione ispirata al Santo (il maestro ha donato al Santo e alla città la sua professionalità). L’opera sarà benedetta da Sua Eccellenza Mons. Tommaso Caputo – Arcivescovo prelato di Pompei.  Lungo le vie della città, una contaminazione inedita di musiche popolari e di canti gregoriani animerà e darà maggior carattere alla mostra e ai progetti artistico-religiosi, mentre nella Sala San Ludovico da Casoria della Basilica si terranno diversi convegni e conferenze con l’intervento di illustri relatori.