Crea sito

Pozzuoli. Folle gara di velocità costa la vita a un operatore ecologico: arrestato 21enne nel Napoletano.

Verdi: “alcune strade del napoletano sono piste per malati della corsa. Bisogna fermarli. Pene esemplari per tutti i protagonisti di questa tragedia”. —-
I carabinieri della compagnia di Pozzuoli hanno arrestato per omicidio stradale C.D., 21enne che gareggiando in auto con avversario un coetaneo nella notte tra venerdì e sabato scorsi provocò un incidente costato la vita a un netturbino.
“Il problema delle folli gare notturne è oramai drammatico in tutto il territorio di Napoli e provincia da tempo. Alcune strade della città – dichiarano il consigliere regionale dei Verdi Francesco Emilio Borrelli e il conduttore radiofonico Gianni Simioli – sono piste per malati della corsa. Ci sono dei luoghi come via Marina, Viale delle Metamorfosi a Ponticelli o le Gallerie Vittoria e Laziale che sono utilizzati da anni dalle macchine per folli corse notturne come alcune volte avviene anche sul lungomare verso le 4 del mattino. Via Tasso invece è uno dei posti prediletto per le corse folli dei centauri. Questi fanatici della corsa non solo sono pericolosi per se stessi ma per gli eventuali malcapitati che si trovano casualmente lungo i loro percorsi. Chiediamo che i giudici emettano una sentenza durissima contro il protagonista dell’omicidio del povero netturbino ma anche nei confronti degli altri partecipanti di questo folle divertimento. Bisogna fermarli una volta e per tutte. Alla famiglia della vittima va tutta la nostra solidarietà”.