Crea sito

Cetara. Libri: la solitudine in “Parlami” di Alessandro Zannini, e l’emigrazione in “La cartiera” della scrittrice italo-svizzera Sina Merino

roll upSi apre l’ultima settimana della 9a edizione di ..incostieraamalfitana.it Festa del Libro in Mediterraneo. E prosegue il confronto tra i 34 scrittori in concorso per il Premio costadamalfilibri, opera realizzata dal Maestro Silvio Amato. Lunedì 6 Luglio, ore 20.30, in Piazzetta Grotta, alla via Marina di Cetara, Alfonso Bottone, direttore organizzativo di ..incostieraamalfitana.it, intervisterà Alessandro Zannini, autore di “Parlami”, pubblicato da Mediterraneo, e Sina Merino, autrice de “La Cartiera”, edito da Swiboo.ch.
Il tema della solitudine è al centro della raccolta di racconti “Parlami”, storie che viviamo ogni giorno, di piccoli fatti, eventi minuti che raccontano la realtà, la verità delle cose. Le donne e gli uomini protagonisti delle dieci storie del libro vivono isolati. Non è una scelta la loro. Ma una condizione, conseguenza di situazioni ineluttabili e alienanti. Labirinti, sentieri senza uscita, a volte senza ritorno, persone con le spalle al muro. E le motivazioni sono tante: razziali, fisiche, persino anagrafiche. Lo scrittore e giornalista Alessandro Zannini ha scritto di uomini e donne che vivono isolati ed appartati non per scelta propria, ma per condizione imposta dagli organismi sociali, economici e culturali del proprio contesto antropologico, esclusi dal consesso civile o non approvati dalla maggioranza della collettività; arresi ad una vita fatta di insuccessi, di paure giustificate e colpe irrazionali, schiacciati dall’adeguamento ai limiti ambientali. E, qual è la via d’uscita? Qual è la soluzione? La parola. Si, la parola.

Nel libro della scrittrice italo-elvetica Sina Merino, “La Cartiera”, il lettore scopre tanto della vita in un paese italiano, della vita dei lavoratori stranieri in Svizzera, dell’emigrazione in America. Quando la «zia speciale» racconta con vivacità e colore della sua vita che cominciò, con tanti fratelli e sorelle, in povertà in un piccolo paese dell’Italia meridionale e proseguì da signora benestante in Argentina, lei volgendo lo sguardo al passato ne traccia un consuntivo e, inconsapevolmente, scrive la «sua storia», ma che s’intreccia con quella della sua numerosissima famiglia. Una saga familiare, con le sue ampie ramificazioni, segnata dal tentativo di emancipazione dalle iniziali condizioni di povertà, l’immigrazione in terra elvetica, la traversata verso la terra promessa e, alla fine, il rimorso per aver abbandonato la patria: cosa c’è di più interessante nella vita? Impronte vissute lungo il sentiero.

La 9a edizione di ..incostieraamalfitana.it Festa del Libro in Mediterraneo, dedicato a Reyhaneh Jabbari, la giovane iraniana impiccata per l’uccisione dell’uomo che voleva stuprarla, si pregia degli auspici del Centro per il libro e la lettura del Ministero per i beni e le attività culturali; dei patrocini del Club “I Borghi più belli d’Italia”, dei Parchi Letterari, della Società Dante Alighieri, dell’Università degli Studi della Tuscia, del Consolato del Benin a Napoli, dello Spoleto Festival Art, di Mentoring Usa/Italia Onlus, dell’Association Internationale Critiques Litteraires, dell’Autorità Portuale di Salerno, dell’Accademia Italiana, dell’UNPLI Unione Nazionale delle Pro Loco Italiane – Comitato provinciale di Salerno, dell’Azienda Soggiorno e Turismo Amalfi, di Arturo Bascetta Edizioni, di Ipernetwork Team Salerno, dello Yachting Club Salerno, dei Comuni di Amalfi, Atrani, Cetara, Conca dei Marini, Furore, Maiori, Minori, Scala, Vietri sul Mare. E di quello, per parte della stessa iniziativa, di Milano Expò 2015.