Crea sito

MILANO. Centro Aiuto alla Vita del Mangiagalli: in 4 mesi salvati 362 bambini dall’aborto

(Caserta24ore) MILANO. Agli amici del CAV Mangiagalli Cari amici, come sempre proviamo il piacere e la necessità di aggiornarvi sul nostro “lavoro” perché possiate conoscerlo, condividerlo e starci vicini. Avete ricevuto l’ultima lettera verso la fine di gennaio e da allora tanti avvenimenti si sono rincorsi. Dalla scorsa comunicazione, infatti, sono nati 362 bambini di cui 177 maschi e 185 femmine e sono arrivate 283 nuove donne incerte sulla prosecuzione della loro gravidanza. Altre future madri sono arrivate direttamente al nostro consultorio “Genitori Oggi” (199 incontrate al secondo trimestre e 77 al terzo) per trovare sostegno, contenimento e aiuti. Attualmente, complessivamente, ci stiamo occupando di 2098 madri, per svolgere, dopo l’accettazione della gravidanza, il nostro percorso consultoriale di tipo psico-socio-pedagogico. Proprio di questo argomento l’Università Cattolica del Sacro Cuore, nella figura della docente Alessandra Gargiulo, che ringraziamo, ci ha chiesto di tenere un seminario per illustrare agli studenti tutte le caratteristiche professionali e metodologiche del nostro lavoro. Il seminario ha riscosso grande successo e molti studenti si sono riproposti di saperne di più anche venendo a visitare la nostra struttura, dove potrebbero effettuare eventualmente il loro tirocinio.

Sempre riferendoci alla newsletter di gennaio ci piace raccontarvi della manifestazione “Un fiore per la Vita”, che ha inondato i sagrati di 110 parrocchie regalando vitalità e colore e procurandoci un utile di circa 65.000 euro. Questa è l’iniziativa di raccolta fondi e di visibilità per il Centro di Aiuto alla Vita Mangiagalli più sicura e redditizia. Le parrocchie di Milano, però, sono molto più numerose delle 110 in cui siamo stati presenti; sarebbe bello poter avvicinare quelle che attualmente non partecipano all’evento per contagiarle in questa allegra e positiva iniziativa. Ci contiamo! In occasione della quarantesima giornata per la vita (domenica 4 febbraio) presso Villa Cagnola di Gazzada (VA), è stato presentato il libro “Per la vita, sempre”, contenente gli editoriali scritti da Monsignor Luigi Stucchi per il settimanale ”Il Resegone”, da lui diretto dal 1973 al 1976. Nell’incontro con l’autore sono intervenuta insieme alla giornalista Clara Castaldo e a Monsignor Edoardo Algeri, presidente della Federazione dei Consultori Diocesiani. Un incontro di grande valore anche culturale! Spesso il nostro CAV viene chiamato a raccontarsi; abbiamo così vissuto insieme agli amici di Chioggia una serata molto partecipata che portiamo nel cuore. Anche a Sovico, in occasione della tavola rotonda intitolata “Il genio delle donne”, organizzata da Giuliana in onore di Sant’Agata, abbiamo incontrato amici cari che ancora ringraziamo per il loro attento ascolto e che ricordiamo con grande simpatia. Nella serie dei nostri incontri riveste un ruolo particolarmente significativo e originale la visita degli allievi della Scuola “Pastor Angelicus”, che sono venuti a sentir parlare di Vita, qui da noi in Mangiagalli. La mattinata vissuta insieme è stata condotta e organizzata, oltre che dal nostro Centro, anche da Irene Spreafico, capo ostetrica, e dal ginecologo Agostino Mangia.
Si è proiettato il film “La vita umana: prima meraviglia”, che presenta lo sviluppo del bimbo nel grembo materno, e i ragazzi hanno posto domande a ciascuno di noi volendo conoscere anche le motivazioni che ci hanno portato all’impegno quotidiano per sostenere la vita nascente. Siamo rimasti tutti molto contenti!
Un’altra bella serata di incontri di vita vissuti al CAV è stata quella trascorsa con numerosi amici del Teatro San Giuseppe della Parrocchia Gesù Divin Lavoratore. Come sempre l’incontro è stato molto partecipato e ci sono state rivolte domande sul tema e proposte offerte di collaborazione. Per rallegrarci e raccogliere fondi, di cui sempre abbiamo grande necessità, è stata organizzata il 21 marzo una Festa per l’arrivo della Primavera presso Palazzo Bovara, gentilmente messo a disposizione da Unione-Confcommercio.Il Comitato Eventi del Consiglio Direttivo, si è speso perché la serata risultasse un grande contenitore di iniziative diverse: sfilata di moda, presentazione di gioielli artigianali e tanti altri accessori di moda; erano presenti anche un giovane pittore e musicisti di fama che davano alla serata un tocco di raffinata originalità. Naturalmente eravamo tutti seduti a tavola per gustare prelibate portate del catering Caffè Scala. I partecipanti sono stati più di 200 e l’evento ha riscosso successo.
Grazie Adriana, Elisabetta, Valerio e grazie a chi ha sostenuto, a diverso titolo, la riuscita della serata: Fineco Bank, Casa d’Aste il Ponte, Promo.ter, Maison Gianni Tolentino, B20, Ètre, Loriblu, Sartori, Angy Hair Stylist.
L’aggiornamento per la formazione dei dirigenti e degli operatori dei Consultori Familiari UCIPEM, sempre atteso e molto apprezzato, si è svolto quest’anno a Castel San Pietro Terme di Bologna. Si è snodato durante tre giornate di lavoro intenso e impegnativo che ha arricchito la nostra professionalità. Si sono susseguite relazioni, due lectio magistralis, tavole rotonde e un fantasioso World Cafè. Il XXV Congresso dei Consultori UCIPEM ci ha regalato la possibilità di ricordare, per i più vecchi, e di far conoscere ai più giovani, significativi momenti biografici dei nostri Padri Fondatori, primo tra tutti don Paolo Liggeri, che hanno ispirato la Carta Costitutiva dell’UCIPEM del 1968, di cui ricorre il 50° anniversario. Il nostro intento resta quello di continuare in modo fedele questa storia. Naturalmente tutte queste svariate attività elencate non hanno portato via tempo dedicato ai colloqui; le donne continuano ad arrivare senza invio dell’ospedale e trovano accoglienza, ascolto e risposte ai loro bisogni a volte impellenti che le portano all’interno della fascia di maggiore povertà. Ad esempio di quanto appena affermato vi proponiamo la storia di una di loro.