Crea sito

Caserta24oreViaggi. Le montagne degli sciatori del Mezzogiorno: Campitello e Roccaraso

Sono prese d’assalto in inverno dagli sciatori, ma anche d’estate molte persone fuggono dalla ‘caldera’ estiva cercandovi refrigerio.
Freddo secco con aria rarefatta d’inverno con temperature che raramente scendono sotto i -9 e fresco d’estate. Siamo a 1500 metri: il clima è ideale per chi fugge dall’umidità delle pianure e delle coste.



Campitello Matese fa parte del comune di San Massimo sul versante molisano, appare più isolato rispetto a Roccaraso che si trova vicino a città come Castel di Sangro al centro di importanti arterie stradali che collegano le zone tirreniche con quelle adriatiche. Campitello non dista molto da Campobasso e neanche da Isernia. E’ anche abbastanza vicino a Piedimonte Matese, versante casertano del monte Miletto, la vetta più alta del Matese, ma d’inverno la strada che collega le due province non viene spazzata e da dicembre fino a marzo non è percorribile neanche con le catene. Un vecchio impianto sciistico sul versante campano è quello di Bocca della Selva, tra il Sannio e la provincia di Caserta ma è chiuso da tempo e con la neve alta il piccolo centro può restare isolato per giorni o settimane intere.
Vivere la montagna è bello, ma d’inverno bisogna convivere col raffiche di vento che ad alta quota spirano impetuose. Le bufere di neve da fine dicembre a fine febbraio non sono rare.
D’estate il tempo ad alta quota cambia veloce e frequenti sono i temporali pomeridiani. Questo è il prezzo da pagare per apprezzare il bello della montagna!

CLicca QUI per tutti i nostri itinerari di viaggio